Festeggiare San Valentino durante la pandemia? La scienza è d'accordo

La crisi portata dal coronavirus ha colto di sorpresa il mondo all’inizio del 2020. Ora, un anno dopo, stiamo ancora cercando di capire come superare la situazione e trovare nel frattempo una sorta di “normalità”. Quindi, molti di noi si chiedono se questo San Valentino sia appropriato o meno da festeggiare, nonostante la pandemia. Per darci una risposta, la scienza ha esaminato quali sono state le nostre relazioni sociali durante il 2020 e come questo ci ha aiutato ad affrontare la situazione di crisi. Ricerche precedenti hanno rivelato cambiamenti nel comportamento sessuale delle persone e hanno persino segnalato una maggiore pressione sulle relazioni. Tuttavia, i dati preliminari raccolti dal team di Justin Garcia dal Kinsey Institute e dall’Università dell’Indiana ci mostrano un’altra prospettiva sulla situazione.

La pandemia ha rafforzato i legami delle coppie sposate

All’interno dei risultati riportati, un primo dettaglio che hanno identificato è che le coppie sposate si sentivano più unite a causa della pandemia. Infatti, il 74% di loro ha riferito di ritenere che la situazione di crisi avesse rafforzato il loro matrimonio. Allo stesso modo, con numeri ancora più alti, l’84% dei partecipanti ha affermato di sentirsi più impegnato nei confronti del proprio partner. In altre parole, le pressioni della crisi, invece di rompere i legami, sembrano aver contribuito a rafforzarli. Ora, questo significa che queste coppie dovrebbero festeggiare San Valentino nonostante la pandemia? Almeno indica che potrebbero. Ma perché concentrarsi su qualcosa di simile nel mezzo di una situazione così delicata?

L’importanza di coltivare relazioni strette

Oggi sappiamo già che le strette relazioni sono state un punto fondamentale per aiutare le persone a superare la crisi pandemica. Per questo non va ignorata la possibilità di celebrare queste relazioni, oltre al sostegno e all’affetto che rappresentano. García commenta che, sebbene la data sia stata cancellata in molte occasioni come commerciale, la sua essenza (la celebrazione dell’amore e dell’apprezzamento per coloro che sono importanti nella nostra vita) continua ad essere un’attività con cui potremmo impegnarci.

Ciò è particolarmente vero nelle attuali situazioni di pandemia, quando proprio le persone a noi più vicine sono diventate pilastri che ci hanno aiutato a superare i momenti più difficili.

“Stiamo vedendo che le relazioni strette – dai partner coniugali ai buoni amici – stanno aiutando le persone ad affrontare la solitudine, la depressione e la soddisfazione generale per la vita durante la pandemia”, ha detto Garcia. Quindi, con questo in mente, l’idea che le coppie possano festeggiare il loro San Valentino in quarantena non sembra poi così inverosimile. Questo, ovviamente, a patto che lo facciano in modo responsabile e rispettando i limiti e le preoccupazioni degli altri.

Come potrebbero le coppie celebrare il giorno di San Valentino durante la pandemia?

In generale, García dice che questa decisione dipenderà da ciò che ogni parte della coppia è a suo agio. Insomma, se uscire al ristorante può scatenare molta ansia, forse l’idea migliore è fare una serata romantica, ma a casa. Allo stesso modo, in casi come questi, i dettagli saranno ciò che conterà, un vestito speciale o una cena particolare, potrebbero cambiare l’atmosfera della serata. Oltre a questo, è sempre importante tenere presente che l’obiettivo è divertirsi e divertirsi, quindi entrambe le parti devono essere comode e rilassarsi per divertirsi.


Riferimento: Impatto COVID-19 sulla qualità coniugale [COVID-19 Impact on Marital Quality].