La Coda di Sodio della Luna, come una Cometa, avvolge la Terra

L’intensità della coda di sodio, emessa dalla Luna e che avvolge la Terra per diversi giorni al mese, dipende dai meteoriti che bombardano il satellite, ha detto al New York Times Jeffrey Baumgardner della Boston University. Il fenomeno è stato scoperto negli anni ’90. Telecamere ultrasensibili possono registrarlo come un debole bagliore arancione – in effetti, 50 volte più debole di quello che l’occhio umano può vedere – nel cielo. Tuttavia, fino a poco tempo fa non era possibile spiegare i cambiamenti nella potenza di flusso.

Osservando la coda per diversi anni, Baumgardner ei suoi colleghi hanno stabilito che le particelle di sodio vengono rilasciate a causa di diversi tipi di influenze, la più importante delle quali è l’esposizione del satellite ai meteoriti.

La superficie lunare è costantemente bombardata dal vento solare, fotoni e meteoroidi, che possono rilasciare atomi di sodio dalla regolite. […] Una correlazione di circa 0,83 […] è stata trovata tra la luminosità della macchia di sodio lunare e un 4 anni di tasso annuale di meteoriti sporadici sulla Terra”, osservano gli scienziati in uno studio pubblicato a gennaio sul Journal of Geophysical Research: Planets.

Quanto alle applicazioni pratiche del ritrovamento, lo stesso Baumgardner confessa di non averle probabilmente e afferma che lo studio è frutto di curiosità. Allo stesso tempo, indica che la coda di sodio consente di pensare al satellite da una nuova prospettiva. “Fa sembrare la Luna una cometa. Ha un flusso di cose che escono da essa”, dice il ricercatore.