Binance sospende temporaneamente il prelievo di fondi in Bitcoin

Binance, il più grande scambio di criptovalute del mondo, ha annunciato lunedì di aver temporaneamente sospeso i prelievi di bitcoin ai suoi clienti “a causa di una transazione bloccata che ha causato un ritardo”. Gli investitori temono che la decisione sia correlata al calo dei prezzi di mercato.

Nessuno può ritirare i propri bitcoin (BTC) dall’exchange Binance a causa di una transazione ‘bloccata’, ha annunciato il suo CEO Changpen Zhao. L’exchange ha sospeso questa mattina tutti i suoi prelievi in ​​BTC, in mezzo a un calo generale dei prezzi sui mercati, suscitando timori tra gli utenti che devono fare delle mosse per proteggere i propri investimenti.

“C’è una pausa temporanea nei prelievi di BTC su Binance a causa di una transazione bloccata che sta causando un ritardo.

Dovrebbe essere risolto in 30 minuti. Riporteremo. I fondi sono al sicuro”, è stato il messaggio di Changpen Zhao, pubblicato sul social network Twitter.

Successivamente, Zhao ha pubblicato che la sua stima non era stata all’altezza e che il tempo di sospensione del ritiro avrebbe richiesto più tempo del previsto. Ha anche notato che i prelievi di BTC possono ancora essere effettuati “in altre reti come BEP-20”.

È importante chiarire che in questi casi non si tratta di BTC, ma di un token che gira sulla rete Binance o BinanceChain, il cui valore è pari al prezzo di BTC.

In questo modo è possibile che all’interno dello scambio i BTC possano essere convertiti (swap) in BTC-BEP20 e prelevare detti token su un portafoglio personale per evitare ogni possibilità di perdita dei fondi.

Attualmente è in corso un’improvvisa congestione della rete Bitcoin, con oltre 25.000 transazioni in attesa e una media di 21 sat per byte (vbyte) di commissioni. D’altra parte, FixedFloat, uno strumento online per scambiare BTC con altre criptovalute e token, non fornisce BTC ai suoi utenti, li sta solo ricevendo.