Army of The Dead Zack Snyder: Film Netflix con pubblico in panico per presenza di pixel morti sullo schermo

L’esercito dei morti” di Zack Snyder su Netflix ha scatenato il panico tra il pubblico a causa della presenza di pixel morti sui loro schermi.

Nei social network, molti utenti di Internet hanno criticato la presenza sporadica di “pixel morti” e spazi vuoti in alcune scene del film Netflix “Army of The Dead” (L’esercito dei morti), uscito in streaming lo scorso fine settimana.

Inizialmente, alcuni spettatori pensavano che l’aspetto dei “pixel morti” – piccoli punti di luce bianca che rimangono durante la riproduzione dell’immagine – fosse dovuto a problemi con i loro schermi televisivi, ma altri hanno subito notato che si trattava di un difetto nelle immagini del film diretto del regista Zack Snyder.

La causa di questo difetto nel film streaming

Per le riprese della pellicola sono state utilizzate fotocamere digitali Red Monstro dotate di obiettivi Canon antiquati per conferire all’immagine un aspetto più analogico. Un esperto di grafica stima che la presenza di tali difetti fosse dovuta all’assenza di una funzione di elaborazione automatica nelle impostazioni della fotocamera o che sarebbe stata disabilitata per mantenere le immagini il più possibile analogiche.

“L’esercito dei pixel morti”

“Pensavo che due pixel sulla mia TV fossero danneggiati, ma si è scoperto che il problema era nel film”, ha commentato un netizen su Twitter. Un utente di Reddit ha ipotizzato che i “pixel morti” non siano visibili in tutte le scene a causa del fatto che solo una delle telecamere ha un sensore difettoso.

Quel difetto “è stato un po’ fonte di distrazione” ed è sorprendente che Zack Snyder non se ne sia accorto, ha  criticato un terzo utente di Internet, mentre altri hanno scherzato sul fatto che il film con Dave Bautista avrebbe dovuto chiamarsi “L’esercito dei pixel morti” :)