Nell'antico Egitto usavano un "metallo extraterrestre" per fabbricare armi.

Il ferro era un elemento tanto ambito e scarso nell’antico Egitto che veniva usato solo in oggetti speciali per i re … Come facevano gli egiziani a sapere che il minerale esisteva nei meteoriti?

Tra le rovine dell’antico Egitto sono stati rinvenuti numerosi oggetti in ferro, tutti appartenenti a importanti figure dell’epoca. Tuttavia, il minerale non è stato ottenuto esclusivamente da fonti terrestri. Gli esperti hanno trovato molte prove del fatto che anche gli egiziani usavano il ferro dai meteoriti.

Finora, non è noto come gli egiziani abbiano scoperto che i meteoriti erano dotati del prezioso minerale, anche se veniva dal cielo, “la casa degli dei”. Sono stati trovati indizi, in ogni caso, che rivelano quanto era importante il ferro del meteorite per loro, arrivando persino a considerarlo un “materiale divino”.

I meteoriti erano rappresentati nella religione dell’antico Egitto.

Da molti anni si sa che gli egiziani veneravano la pietra di Benben nel tempio del Sole di Dio Ra, a Heliopolis.

Foto della pietra di Benben

Perché è stata venerata una pietra? La ricerca di teorici e archeologi suggerisce che questo potrebbe effettivamente essere un meteorite. L’argomento usato per questa teoria è che la parola “benben” deriva dal verbo “weben” che significa “brillante” o “splendore”.

Ci sono anche altri indizi nell’antica lingua usata dagli egiziani su come percepivano il ferro e su come erano consapevoli che provenivano da meteoriti. Se vediamo la parola geroglifica bi-A, che ha avuto un grande dibattito in riferimento al suo significato letterale e che in linea di principio si pensava fosse il modo in cui si riferivano al rame, alla fine è stato tradotto come “ferro“.

Questa parola è presente in diversi documenti egiziani, inclusi alcuni testi trovati nelle Piramidi. Sono stati scoperti testi così antichi che risalgono al 2375 aC. Anche così, gli esperti hanno una leggera certezza che questi testi sono stati registrati molto prima sulle pareti delle piramidi, dimostrando la conoscenza ancestrale di questa civiltà.

Pertanto, questi riferimenti letterali sul ferro sono legati a diversi aspetti stellari e ai resti della persona che giaceva nella tomba, facendo riferimento al fatto che sarebbe vissuto per sempre, come “una stella”.

Il ferro del cielo.

Quello che la maggior parte sconcerta gli archeologi e gli storici, è che per la XIX dinastia, una nuova parola apparve improvvisamente per riferirsi al ferro, o alla modifica di quella esistente: bi-A-n-pt. Questa parola è stata tradotta letteralmente come “ferro dal cielo” e si trova in qualsiasi documento in cui viene usata la parola ferro, senza cambiarne il significato, ma la sua origine.

Come è possibile che gli egiziani sapessero esattamente da dove provenisse il ferro e cosa li portò a cambiare la loro scrittura? La spiegazione più coerente è che la civiltà egiziana ha assistito a un evento: la caduta di un meteorite o una pioggia di meteoriti … o che qualcuno ne ha portata una esclusivamente per loro …

Questo evento avrebbe dovuto essere assistito almeno dalla maggioranza della popolazione egiziana, quindi doveva essere stato un grande evento e ciò ha reso completamente chiara l’origine del ferro.

Un meteorite è veramente caduto nel mezzo delle loro terre? La verità è improbabile, perché non è stato trovato alcun indizio che una roccia spaziale abbia avuto un impatto su un territorio così vicino. Però se pensiamo che anche il materiale di uno dei pugnali di Tutankhamon proviene da un meteorite … il mistero si infittisce, no?

Cosa pensi sia successo allora? Vieni a commentare l’articolo sul nostro Spazio UFO in Facebook.