40 satelliti Starlink distrutti per una Tempesta Geomagnetica

La società aerospaziale statunitense Space X ha riferito che a causa di una tempesta geomagnetica ha perso la maggior parte del lotto di satelliti Starlink lanciati la scorsa settimana.

Il 3 febbraio un razzo vettore Falcon 9 ha messo in orbita 49 satelliti Starlink, ma il giorno successivo i dispositivi sono stati “significativamente colpiti” dal suddetto fenomeno, causato dal vento solare.

Queste tempeste provocano il riscaldamento dell’atmosfera, aumentando la densità atmosferica nella bassa orbita terrestre, dove si trovavano i satelliti.

Gli specialisti di SpaceX hanno attivato una funzione di “modalità sicura” del movimento dei satelliti Starlink per ridurre al minimo la resistenza e proteggerli dalla tempesta geomagnetica. Tuttavia, la maggiore resistenza alle basse quote ha ostacolato le manovre di correzione dell’orbita e “fino a 40 satelliti torneranno o sono già tornati nell’atmosfera terrestre”.

Secondo l’azienda, questi dispositivi non rappresentano una minaccia per altri satelliti, poiché sono progettati per disintegrarsi completamente quando rientrano nell’atmosfera senza generare detriti orbitali o impatto sulla superficie terrestre.