Terremoto di grande magnitudo causato dal Fracking

TERREMOTO E FRACKING – La tecnica per estrarre gas naturale anche da sorgenti non convenzionali, denominata “fratturazione idraulica” o “fracking” (dall’inglese hydrofracking) potrebbe causare, alla distanza, terremoti di grande magnitudo. Ci sono leggi che obbligano a fermare questo tipo di pratica se i terremoti superano il magnitudo 0.5 gradi. Ci sono esperti che sostengono, tuttavia, che a alla larga distanza l’attivita’ di fracking potrebbe causare terremoti di grande magnitudo, come il terremoto in Cile del 2010. Dipende dalla zona in cui viene eseguita questa tecnica estrattiva. Una tecnica che negli USA si e’ ampiamente sviluppata negli ultimi anni, generando un crescente movimento di opposizione. Il film “Promised Land” di Gus van Sant con Matt Damon e John Krasinski, e’ un esempio di come Hollywood e’ sensibile questo tema.

Oggi sappiamo anche che la “fratturazione idraulica” consuma enormi quantità di acqua causando problemi con la sostenibilità delle risorse idriche, anche in paesi temperati, e certamente può rappresentare una forte pressione sulle risorse idriche nelle zone più aride. Inoltre, vi sono ancora pochi dati a conoscienza sui “rischi ambientali associati alle sostanze chimiche impiegate come additivi ai fluidi impiegati nel processo di fratturazione“.

Leggete questa pubblicazione sul sito di greenpeace.org a riguardo e firmata Giuseppe Onufrio, direttore di Greenpeace.

Che cos’è il fracking? Vuol dire “fratturazione idraulica” ed è una tecnica per estrarre gas naturale anche da sorgenti non convenzionali. I termini in inglese da cercare sono “hydraulic fracturing”, “stimulated fracture”, “shale gas”.

Oltre agli impatti sulle emissioni di gas a effetto serra, oggi abbiamo pure il pericolo che si possano generare terremoti di grande magnitudo, una preoccupazione forte espressa anche nel blog di Beppe Grillo e in molti altri siti web italiani relativamente alle microscosse in Emilia Romagna e nella regione Marche.