Scoperto un insolito Vulcano nella zona più antica della placca del Pacifico.

Alcuni scienziati dell’Università di Tohoku (Giappone) hanno pubblicato, nel numero di dicembre della rivista “Deep-Sea Research Part I”, uno studio che ha rivelato l’esistenza di un vulcano nella parte più antica della placca del Pacifico.

I ricercatori affermano che si tratta di un vulcano a “petit-spot“, un tipo di fenomeno vulcanico recentemente scoperto. Gli scienziati spiegano che i vulcani “petit-spot”, caratterizzati da una forma piccola e di recente formazione, derivano da crepe nella base delle placche tettoniche.

Mentre le placche tettoniche affondano più a fondo nel mantello superiore della Terra, si verificano fessure in cui la placca inizia a piegarsi ed esplode in questi piccoli vulcani. Il primo “petit-spot” è stato scoperto nel 2006 e si trova anch’esso nel Pacifico, a nord-est del Giappone.

Il gruppo di ricerca, guidato dal professor Naoto Hirano, inizialmente sospettava che ci fosse un vulcano nell’area dopo aver osservato i dati batimetrici (dal rilievo dei fondali marini) raccolti dalla guardia costiera giapponese.

Successivamente hanno analizzato campioni di rocce raccolte dallo Shnkai6500, un sommergibile con equipaggio che può scendere a 6500 metri di profondità e che potrebbe verificare la

presenza del vulcano.

Scoperto un insolito Vulcano nella zona più antica della placca del Pacifico.

Il vulcano è stato scoperto nella parte occidentale dell’Oceano Pacifico, vicino all’isola di Minami Torishima, il punto più orientale del Giappone. In precedenza, si riteneva che questa zona contenesse solo montagne e isole sottomarine formate tra 70 e 140 milioni di anni fa. I ricercatori hanno determinato che il vulcano sarebbe scoppiato meno di 3 milioni di anni fa.

Hirano spiega che lo studio fornisce una maggiore comprensione della tettonica a zolle:

La scoperta di questo nuovo vulcano ci offre un’entusiasmante opportunità per esplorare ulteriormente questa zona e, si spera, rivelare più vulcani petit-spot“.