NUOVO ANNO NUOVI SALDI – Inizio dei saldi invernali a gennaio in anticipo rispetto al 2013: ecco quando iniziano i saldi; per acquistare a prezzi più bassi i capi di cui ci siamo innamorati prima delle feste. Vestiti, scarpe, borse e un po’ tutti gli articoli di abbigliamento e accessori, da indossare ancora nei prossimi mesi invernali e da tenere in armadio per il prossimo inverno. Ma attenzione, non lasciamoci prendere dall’entusiasmo per i prezzi più vantaggiosi rischiando di acquistare cose inutili! Il buon senso è d’obbligo, in tempo di saldi, e in tempo di crisi.

Inizio ufficiale dei saldi invernali, quest’anno, con un giorno di anticipo rispetto all’anno scorso: a partire dal giorno 4 gennaio, il giorno feriale prima della festa dell’Epifania; quindi “befana” che in quanto a regali, agli altri e a noi stessi, si prospetta particolarmente interessante.

Roma e Lazio si allineano alla data d’inizio stabilita dalla Conferenza delle Regioni, a cui aderiscono 18 regioni italiane: Lazio, Sicilia, Lombardia, Veneto, Abruzzo, Calabria, Basilicata, Emilia Romagna, Molise, Umbria, Veneto, Toscana, Piemonte, Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche, Valle d’Aosta, Puglia. Inizio saldi il 4 gennaio.

Ma oltre alla data d’inizio, vediamo la data di fine dei saldi nelle varie regioni italiane e la durata.
Nel Lazio
i saldi dureranno solo fino al 15 gennaio.
In Liguria
acquisti a prezzi scontati fino al 18 febbraio
Per Puglia, Calabria e Valle d’Aosta
ultimo giorno dei saldi invernali fissato al 28 febbraio.
Ultimo giorno di saldi per la regione Marche il 1 marzo.
In Basilicata
prezzi ribassati fino al 2 marzo
In Abruzzo, Emilia Romagna, Lombardia, Molise, Umbria e Piemonte
i saldi avranno termine il 4 marzo.
Nel Veneto
e in Toscana i saldi finiranno il 5 marzo.
In Sicilia
acquisti a prezzo scontato fino al 15 marzo.
Il Friuli Venezia Giulia
ha stabilito ultimo giorno utile per l’acquisto in saldo il 31 marzo

Ancora più presto inizieranno i saldi invernali in Campania, a partire dal 2 gennaio, per la durata record di 90 giorni, fino cioè al 3 aprile.

Le eccezioni alla tabella di marcia dei saldi invernali sono rappresentate dal Trentino Alto Adige, in cui saranno i commercianti a decidere la data d’inizio e di fine saldi per l’inverno 2014, e dalla Sardegna, dove i saldi sono già iniziati il 6 dicembre 2013 e avranno fine a febbraio 2014.

Dal prossimo anno sarà la Giunta regionale a decidere le date di inizio e fine dei saldi invenali e estivi, dopo il parere della Commissione competente.

Come ogni anno, ecco alcuni consigli preziosi in tempo di saldi, che le associazioni dei consumatori non si stancano di ripetere.

Cosa scegliere: meglio abiti e accessori classici, anche se, approfittando dei prezzi ridotti, ci si può lasciare andare a qualche piccola originale follia, che si rimpiangerà meno se la si indossa solo per poche occasioni.
Decidere cosa acquistare
, prima dell’inizio dei saldi: una “ricognizione” in giro per negozi precedente all’inizio del periodo dei saldi, e un appunto sul prezzo originale dei capi esposti, può aiutare a non incappare in falsi ribassi.
Provare i capi
da acquistare per essere sicuri di non aver ripensamenti: i negozianti potrebbero non lasciar cambiare gli articoli venduti a saldo se non, come prevede la legge, in caso di difetti dell’articolo.
Verificare lo sconto
controllando il cartellino del prezzo: deve riportare in modo chiaro e visibile il prezzo pieno e quello scontato.
Il pagamento
con carte di credito, assegni o bancomat deve essere possibile nel periodo dei saldi, se era accettato dal negozio anche durante la piena stagione.
Buoni acquisti.