RSPP esterno: a cosa serve e principali funzioni

Nel Testo Unico in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro (D.lgs. 81/08) è stata introdotta la figura del Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP), che ha il compito di organizzare e gestire la sicurezza all’interno delle aziende.

Nel decreto legislativo 81/08 si specifica che il datore di lavoro deve nominare e individuare il RSPP, tale incarico può essere svolto sia dallo stesso titolare dell’azienda che da personale esterno.

Il ruolo del RSPP è fondamentale per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori, per questo motivo si è soliti incaricare un professionista esterno che ha le competenze e le capacità di svolgere tale ruolo.

In molte aziende, è lo stesso datore di lavoro che svolge anche la funzione di RSPP, ma ciò presuppone che abbia notevoli conoscenze in ambito di sicurezza sul lavoro e che abbia seguito corsi di formazione e di aggiornamento in materia.

Essendo il RSPP, una figura obbligatoria da inserire in tutti gli ambienti lavorativi, vediamo quali sono le sue principali funzioni e soprattutto se è più vantaggioso affidarsi a un professionista esterno.

RSPP: requisiti e funzioni

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione deve essere obbligatoriamente nominato dal datore di lavoro e deve occuparsi principalmente della gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro.

I principali compiti del RSPP sono:

  • individuare e valutare i principali fattori di rischio all’interno dell’azienda e adottare misure idonee per prevenirle;
  • elaborare il Documento di Valutazione Rischi (DVR) e aggiornarlo;
  • gestire sia i mezzi che le persone per implementare misure di sicurezza atte a prevenire eventuali rischi per la salute;
  • organizzare la formazione continua dei dipendenti;
  • collaborare e interagire con il datore di lavoro, il medico competente e il rappresentante dei lavoratori;
  • pianificare riunioni e incontri periodici con i lavoratori e il datore di lavoro.

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione deve possedere obbligatoriamente un diploma di scuola media superiore e deve aver seguito dei corsi di formazione che lo abilitano a tale professione.

I corsi per RSPP si differenziano in base al livello di rischio dell’azienda individuato dal codice ATECO. Un esperto e qualificato RSPP ha seguito tutti i moduli necessari per operare anche in aziende con fattori di rischio molto elevati, inoltre frequenta corsi di aggiornamento periodici per affinare le sue competenze.

Per operare come RSPP esterno bisogna conoscere dettagliatamente le norme in materia di sicurezza, individuare i principali fattori di rischio e avere ottime capacità organizzative per formare periodicamente i lavoratori.

I vantaggi di affidarsi a un RSPP esterno

Il datore di lavoro è già responsabile della produzione, dei dipendenti e degli altri adempimenti di legge, di conseguenza assumere il ruolo anche di RSPP significherebbe aumentare i suoi compiti e non avere la possibilità di occuparsi di altre incombenze altrettanto importanti.

Individuare un RSPP esterno può davvero rappresentare la soluzione per la propria azienda, visto che l’incaricato si occuperà con prontezza e competenza di gestire e organizzare tutte le misure di sicurezza per garantire la salute e l’integrità dei lavoratori.

Un altro vantaggio nello scegliere un RSPP è rappresentato dalla competenza di questi professionisti, visto che hanno seguito un percorso di studi specifico e seguono periodicamente corsi di aggiornamento in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro.

Il RSPP ha anche il difficile compito di occuparsi di tutta la documentazione relativa alla sicurezza, di conseguenza il datore di lavoro sarà sollevato da tale impegno e delegherà la stesura di ogni documento al responsabile esterno.

La comprovata capacità ed esperienza nel campo della sicurezza del RSPP esterno può evitare al datore di lavoro sanzioni amministrative e penali, dato che si occuperà di seguire con precisione il dettato del Testo Unico e delle altre leggi in materia.

Conclusione su RSPP Esterno

Il RSPP è una figura cardine all’interno dell’impresa e vista la moltitudine di compiti, è sempre opportuno incaricare un esperto esterno, che può alleggerire le responsabilità del datore di lavoro ed essere capace di adottare le giuste misure in materia di sicurezza, così da garantire la salute dei lavoratori.

Fonte delle informazioni: https://www.studiohs.it/sicurezza-sul-lavoro/rspp-esterno/