I suoni protagonisti del doodle Google di oggi, che celebra il 78° anniversario della nascita di Robert Moog. Una curiosità: la pronuncia di “Moog” è spesso errata, tanto che l’ingegnere inventore del sintetizzatore si era abituato a sentirlo pronunciare erroneamente. Peccato, perché proprio il suo nome è divenuto una sorta di sinonimo della parola sintetizzatore.

Trascrivendo la pronuncia del nome di Moog con il metodo internazionale si ottiene ˈmoʊɡ / MOHG, ma se questo non fosse di grande aiuto per capire come va pronunciato il nome Moog, ecco a fine articolo un vecchio video tratto da YouTube, in cui lo stesso Robert Arthur “Bob” Moog spiega che non è corretto nè allungare la “o” per evidenziare che ce ne siano due nel nome, e neppure trasformare le due “o” consecutive in una “u”… come

avviene per la parola Google, ad esempio. Piuttosto, meglio prendere come riferimento la parola “vouge”.

Visto che persino il fantastico doodle interattivo di Google di oggi deve la sua ricchezza sonora all’opera di Robert Moog, oltre che celebrarne la nascita; rendiamo un omaggio speciale anche noi al pionere della musica elettronica dedicando un po’ di attenzione al “suono” del suo nome.