I rimedi della nonna contro la pancia gonfia

La sensazione di avere la pancia gonfia è molto comune: si stima infatti che almeno 1 persona su 10 lo avverta spesso o diverse volte nel corso della sua vita. All’origine del gonfiore addominale possono esserci vari fattori e cause, come stipsi, diarrea, flatulenza, ciclo mestruale, calcolosi, patologie della vescica, difficoltà digestive e soprattutto la sindrome del colon irritabile.

Vediamo quali sono le cause e i rimedi della nonna per non sentire la pancia gonfia come un palloncino!

Le cause più comuni dell’effetto palloncino

Tra i principali fattori che possono scatenare l’effetto palloncino c’è sicuramente la presenta di gas intestinale nel tubo digerente, derivante o dalla flora batterica intestinale o dall’aria ingerita. Di solito viene espulso durante la giornata, ma in alcuni casi possono verificarsi flatulenza e meteorismo.

Poi l’ansia e lo stress sono senza dubbio le cause più comuni del gonfiore addominale, in quanto gli stati emotivi vanno ad incidere sull’equilibrio dei neurotrasmettitori aumentando la densità del cortisolo e delle catecolamine rilasciati dal surrene, che vanno a loro volta ad interagire con l’intestino alternando le funzionalità.

Ed infine non possono essere sottovalutate le intolleranze alimentari, come la celiachia, l’intolleranza al lattosio o al glutine.

I rimedi naturali per il gonfiore addominale

Per contrastare il gonfiore addominale allora diventa necessario in primis adottare uno stile alimentare diverso, evitando cibi che siano difficili da digerire, bevande gassate o alimenti che contengono aria e prediligere invece più alimenti ricchi di fibre e probiotici, che favoriscono il ripristino della flora intestinale.

Inoltre, si può ricorrere anche ad alcuni rimedi naturali, i classici rimedi della nonna, come:

  • Il peperoncino, che favorisce la digestione, accelera il metabolismo ed i processi di assorbimento delle sostanze nutritive,
    oltre che eliminare gas e tossine, grazie alla presenza della capsaicina;
  • I finocchi, che aiutano a digerire meglio e a prevenire il gonfiore. Possono essere consumati sia crudi in insalata che cotti al forno. In alternativa è possibile bere anche una tisana ai finocchi;
  • Le mele, ricche di fibre, che migliorano la digestione e sono un vero toccasana per la salute e il transito intestinale;
  • Tisane alle erbe, che aiutano a sgonfiare drenando anche l’organismo dalle tossine;
  • Il carbone vegetale attivo, che può essere assunto sotto forma di compresse o capsule o tramite tavolette da accompagnare con abbondante acqua;
  • L’acqua, da sempre “elisir” per contrastare il gonfiore. I medici infatti consigliano di bere almeno 2 lt di acqua al giorno, un quantitativo che viene aumentato durante la stagione estiva, cioè quando si suda più facilmente e quindi l’organismo necessita di integrare i liquidi;
  • Evitare i lievitati, che possono essere cause di intolleranze e causare dunque il gonfiore addominale;
  • Lo zenzero, che può essere usato come condimento in polvere o grattugiato sui legumi e favorirne la digeribilità. O si possono usare le radici di zenzero per un buon infuso;

Infine, viene raccomandato di masticare lentamente (la prima fase della digestione infatti inizierebbe già in bocca!) e di fare più attività fisica regolarmente.