TROPPA TV POCO SPORT – Il numero di spermatozoi e la vita sedentaria sarebbero collegati. Chi guarda la TV per più di 20 ore a settimana ha una riduzione del numero di spermatozoi pari al 44% rispetto a chi segue una moderata attività sportiva di almeno 15 ore a settimana.

Ricercatori statunitensi della Harvard School of Public Health, guidati dal dottor Jorge Chavarro, hanno reclutato 189 giovani uomini di età compresa tra 18 e i 22 anni, li hanno interrogati sulle loro abitudini riguardo all’esercizio fisico, alla dieta e al rapporto con la TV, è stato anche chiesto loro di fornire un campione di sperma.

I risultati dello studio sono stati pubblicati online sul British Journal of Sports Medicine.

I ragazzi abituati a vedere programmi televisivi o DVD per più di 20 ore settimanali presentavano nello sperma una riduzione del 44% del numero di spermatozoi.
I ragazzi soliti ad impegnare 15 o più ore a settimana in una attività fisica e sportiva da “moderata a vigorosa” avevano il 73% in più di spermatozoi di quelli che esercitavano una attività fisica per meno di cinque ore alla settimana.
I ricercatori fanno notare che comunque in nessun caso il livello di spermatozoi era così basso da non permettere di concepire un figlio.

Lo studio recente si affianca ad altri studi che hanno verificato come la fertilità, ma anche la produzione di spermatozoi siano in calo in epoca moderna. Non è ancora chiaro perché questo succeda, ma gli scienziati sospettano che lo stile di vita sedentario può provocare un surriscaldamento dello scroto e influenzare le concentrazioni di sperma. L’inattività fisica è stata anche associata ad un aumento dei livelli di stress ossidativo, in cui i composti dell’ossigeno arrivano a danneggiare le cellule del corpo umano.

(Attenzione, il problema del ridotto numero di spermatozoi pare non non riguardi l’uso del computer e le ore passate al PC)

La validità dello studio è limitata dal numero relativamente piccolo di volontari e il fatto che è stato fornito dai partecipanti un solo campione di sperma. Ma gli esperti della fertilità riconoscono anche che lo studio in sé era ben progettato e teneva sotto controllo alcuni importanti fattori variabili, come le abitudini almentari, l’indice di massa corporea e quindi l’eventuale sovrappeso o obesità dei soggetti presi in esame, e il fumo. Tra i giovani uomini presi in esame la metà aveva un peso normale e i fumatori erano in percentuale di uno su quattro.

È importante notare che altre ricerche suggeriscono che troppo esercizio fisico può essere dannoso per la produzione di sperma e questo studio non ha esaminato il tipo e l’intensità di esercizio fisico svolto dai partecipanti.

Il consiglio finale, come al solito, invita al buon senso: la moderazione. Guardare la TV, ma senza esagerare, fare una vita sana, tenere in giusta considerazione una moderata attività fisica.