Pinterest, nuove funzionalità orientate allo Shopping

Pinterest ha introdotto sia la nuova Pinterest Shopping API che la funzionalità Product Tagging on Pins, la possibilità di includere video come risorse per i cataloghi di prodotti, nonché la nuova scheda Shop per i profili aziendali.

È chiaro che Pinterest consentirà agli spot pubblicitari di offrire ai potenziali clienti esperienze di acquisto migliorate, supportate da precedenti test di queste nuove funzioni, dove l’azienda ha notato un sostanziale miglioramento dei risultati, anche se Pinterest andrà oltre, poiché ha anche recentemente espresso la propria intenzione di acquisire la piattaforma The Yes, specializzata negli acquisti basati sull’Intelligenza Artificiale.

E se ciò non bastasse, ha anche nominato l’ex dirigente di Google Bill Ready come nuovo CEO dell’azienda, rafforzando ulteriormente l’interesse per essere la casa dello shopping online.

Cosa c’è di nuovo oggi su Pinterest

Per quanto riguarda la nuova API Pinterest per gli acquisti, consentirà ai commercianti di essere più efficienti nella gestione dei cataloghi prodotti e dei metadati, con i quali, secondo quanto

sottolineano, i commercianti che l’hanno già utilizzata hanno notato un aumento del livello 97% precisione sui dati di prezzo e disponibilità.

La funzione di acquisto Tagging dei prodotti in Pins consentirà ai commercianti di prodotti lifestyle di convertire i propri pins lifestyle diventino pins della spesa. È inteso che gli utenti possono acquistare i prodotti esatti che vedono sui pin.

Per il resto, i commercianti possono anche utilizzare i video come asset nei loro cataloghi che consentono ai potenziali clienti di conoscere i prodotti da diversi punti di vista. Pinterest identifica i risultati con gli annunci in formato video.

E con l’arrivo della nuova scheda Acquista nei profili commerciante, i commercianti non solo potranno gestire al meglio i prodotti del proprio catalogo, ma attraverso la nuova scheda potranno anche offrire descrizioni migliori di ogni prodotto, e tutto questo sotto un’interfaccia mobile migliorata.

Le aspirazioni sono più che chiare e, nel tempo, vedremo l’uso di queste innovazioni sotto forma di un’esperienza di acquisto migliorata che i commercianti potranno già sfruttare d’ora in poi.