Pilota EasyJet in addestramento muore pochi giorni dopo essere stata punta da una zanzara

Uno studentessa pilota di volo commerciale britannico è morta dopo che una zanzara l’ha morsa e ha sviluppato un’infezione che si è diffusa al cervello. E’ il risultato dell’indagine sulla morte esposti mercoledì durante un’udienza in tribunale nella città inglese di Ipswich.

La dinamica della tragedia

Oriana Pepper, 21 anni, è morta il 12 luglio dello scorso anno in un ospedale della città belga di Anversa. La giovane aveva superato gli esami teorici di un programma pilota per la compagnia aerea EasyJet, quindi si è recata in Belgio per completare la sua formazione.

Lì Pepper è stata morsa da una zanzara sulla fronte, vicino a un occhio, e l’area del morso si è infiammata, così il 7 luglio è andata in ospedale, dove le hanno somministrato degli antibiotici. Due giorni dopo, è tornata al centro medico perché le sue condizioni erano peggiorate e ha dovuto essere ricoverata in ospedale. Nonostante sia stata operata, i medici non sono riusciti a salvarle la vita.

Una tragedia senza precedenti

All’udienza di mercoledì, il medico legale Nigel Parsley ha concluso che la causa della morte era una grave infezione causata dal morso dell’insetto. L’esperto ha spiegato che la morte di Pepper è avvenuta in tre fasi: la formazione di un’embolia settica nel cervello, un’infezione bilaterale delle arterie carotidi e la cellulite sul viso, tutte causate dal batterio stafilococco aureo (Staphylococcus aureus). Il medico legale ha detto di non aver mai visto un caso come questa, che ha descritto come una tragedia.