Mohenjo-Daro: l'antichissima città distrutta da un Attacco Nucleare degli Dei.

Forse non lo sai, ma Mohenjo-Daro è un sito archeologico antichissimo (risalente all’Età del bronzo) con un mistero impressionante.

Perché alcune città antiche furono improvvisamente abbandonate migliaia di anni fa? Perché numerosi corpi sono stati trovati sparpagliati per le strade di queste città? E soprattutto, perchè con alti livelli di radioattività? Potrebbe essersi verificata una guerra atomica, molti millenni fa, in queste città? I nostri antenati avrebbero potuto avere una tecnologia avanzata, superando le attuali capacità nucleari?

Un gruppo di scienziati ha mostrato prove impressionanti trovate in alcune rovine dell’India (Mohenjo-daro, Distretto di Larkana, Sindh, Pakistan) che una tale esplosione si è effettivamente verificata.

D’altra parte, si deve ricordare che alcuni miti ancestrali descrivono situazioni che ora si riferiscono chiaramente a possibili conflitti atomici. Testi di migliaia di anni fa sembrano contenere ciò che potrebbe essere interpretato come una descrizione accurata delle esplosioni nucleari.

Mohenjo-Daro: l'antichissima città distrutta da un Attacco Nucleare degli Dei.

Così, la grande età epica dell’India, il Mahabharata, racconta in passaggi concreti di un caos e una distruzione che sembrano descrivere, con grande precisione, gli effetti e le conseguenze di una guerra nucleare. Sono descritte esplosioni di massa “brillanti come mille soli” con corpi calcinati al punto da essere irriconoscibili.

Secondo queste leggende, coloro che sopravvissero alla tragedia, persero i capelli e poi le unghie. Mentre le scorte di cibo si contaminarono. Tutto ciò coincide con le nostre attuali conoscenze sugli effetti prodotti dall’avvelenamento da radiazioni e dalla contaminazione radioattiva che normalmente avvengono dopo una esplosione atomica.

Potrebbe essere questa storia qualcosa di più di un semplice mito? Questa storia può davvero descrivere una guerra nucleare avvenuta in passato?

Alcuni scienziati, oggetto di critiche per questo motivo in numerose occasioni, lo comprendono come la possibilità che ci possano essere state civiltà ancestrali più avanzate della nostra attuale civiltà, fornendo prove a sostegno di questa teoria.

Mohenjo-Daro: l'antichissima città distrutta da un Attacco Nucleare degli Dei.

Pertanto, nello stato del Rajasthan, situato nell’India nord-occidentale, vicino a Jodhpur, è stato trovato uno strato di cenere altamente radioattivo, il che era sufficiente per giustificare un’indagine.

Più tardi furono scoperte le antiche rovine di Harappa nel nord del Pakistan e quelle di Mohenjo-Daro nel Pakistan occidentale. In entrambe le città, sono state trovate prove di un’esplosione nucleare avvenuta migliaia di anni fa.

Quando all’epoca gli scavi di Mohenjo-Daro raggiunsero il livello delle vecchie strade, furono scoperti 44 scheletri sparsi per la città stesi sui viali. Cioò suggeriva che quelle persone subirono una morte violenta e improvvisa. Inoltre, alcune aree del sito hanno anche mostrato un chiaro aumento dei livelli di radioattività.

Il ricercatore inglese indiano David Davenport ha trovato prove di quello che sembrava essere l’epicentro di una grande esplosione. Copriva circa 45,72 metri, e dove si è scoperto che tutti gli oggetti erano stati fusi e cristallizzati. Tant’è che le rocce si sono sciolte quando sono state raggiunte temperature di circa 1500 gradi Celsius, diventando una sostanza simile al vetro.

Effetti paragonabili a quelli di Hiroshima e Nagasaki

Davenport ha anche spiegato che ciò che è stato trovato a Mohenjo-Daro era accurato per gli effetti verificatisi a Hiroshima e Nagasaki durante le tristi esplosioni nucleari subite nella prima metà del XX secolo. Tuttavia, altri scienziati hanno confutato queste scoperte, sottolineando che i corpi trovati in Mohenjo-Daro facevano effettivamente parte di una fossa comune di persone molto umili. Altri studiosi hanno sottolineato che le strutture in mattoni semplici dovevano essere distrutte in caso di impatto nucleare e, tuttavia, alcune di quelle strutture sono rimaste in piedi fino a un’altezza di circa 4 metri.

Sufficienti prove per riflettere

Tuttavia, sembrano esserci sufficienti prove per riflettere. Potrebbe esserci di più nella nostra storia umana di quanto pensassimo? Cosa potrebbe causare questa radioattività? Potrebbero esserci stati esseri umani, migliaia di anni fa, che avevano la tecnologia atomica?

Guarda questo video e vieni a commentare l’articolo nelle nostre pagine Facebook di Spazio UFO. Ti aspettiamo!