Michael Schumacher non è morto, c'è ma non riesce a comunicare

Michael Schumacher non è morto! Il vicepresidente della Ferrari, Piero Ferrari, ha parlato della salute dell’ex pilota tedesco Michael Schumacher, leggenda della Formula 1, durante una dichiarazione rilasciata questo giovedì dopo aver ricevuto il “Premio Mecenate Dello Sport 2021”.

Mi piace ricordare i momenti con Michael fuori pista, quando era ospite a casa nostra e bevevamo tranquillamente un bicchiere di vino insieme”, ha detto l’ingegnere e imprenditore italiano. “Una persona semplice nel senso più positivo, chiara, precisa, molto lineare”, ha aggiunto.

“Non mi piace che si parli di Schumacher oggi come se ci avesse lasciato”, ha continuato il vicepresidente Ferrari. “Non è morto, ma non può comunicare“, ha lamentato il recente vincitore per la sua promozione dello sport in Italia.

Piero Ferrari, invece, ha fatto riferimento alla situazione attuale della squadra italiana. A suo avviso, i piloti spagnoli Carlos Sainz e il monegasco Cheles Leclerc formano “una grande squadra”, assicurando che quest’ultimo sia “benedetto da un talento incredibile sotto tutti gli aspetti”.

Ha ricordato anche Mick Schumacher, figlio del “Kaiser”, che fa parte della scuola del “cavallino rampante” per giovani piloti: “Si sta facendo strada.

Spero che nel 2022 riceva un mezzo con cui possa mostrare le sue qualità”.

Michael Schumacher, sette volte campione di Formula 1, ha subito un grave incidente alla testa mentre sciava nel 2013 nelle Alpi francesi. Da allora, non è mai stato più visto in pubblico, mentre continua a riprendersi lentamente sotto le cure della sua famiglia.