Meteo, prima super ondata di caldo del 2020: arriva Canicola con punte di quasi 40°C.

PREVISIONI METEO – Dopo una l’alta pressione che provocherà temporali al Nordest d’Italia, da domani l’alta pressione a matrice sub-tropicale comincerà ad invadere tutto il Paese: è in arrivo Canicola. Le anomalie climatiche degli ultimi tempi su diverse regioni del nostro emisfero, come le temperature oltre la media al Polo Nord, si manifesteranno anche in Europa occidentale. Qui i cittadini sperimentare la prima super ondata di caldo del 2020 con punte massime fin verso i 38-39°C.

Nei prossimi giorni, secondo gli esperti meteo, andremo incontro ad un blocco atmosferico, definito in termine tecnico come “blocco a Omega”, per il fatto che ricorda la lettera dell’alfabeto greco. Ci saranno due aree di bassa pressione che impediranno ogni possibile movimento dei flussi d’aria: una in sede atlantica, al posto dell’anticiclone delle Azzorre, e un’altra sull’Europa orientale. Nel mezzo, secondo ilmeteo.it, una bolla caldissima di aria trasportata dall’anticiclone africano si sposterà verso il bacino del Mediterraneo con effetti in particolare su Italia, Francia e Spagna.

Questa enorme massa d’aria calda provocherà una sorta di anticipazione dell’estate. Canicola farà saltare i termometri abbondantemente oltre le medie di questo periodo. Gli esperti meteo affermano che si tratta di una anomalia di circa +12°C (alla quota isobarica di 850 hPa, circa 1500 metri sul livello del mare) rispetto a quanto ci si aspetterebbe per l’inizio di maggio.

Il Meteo dei prossimi giorni quindi ci mostra una estrema stabilità atmosferica con tanto sole su buona parte dell’Europa centro meridionale. Le temperature che raggiungeranno picchi fin verso i 38°C durante le ore più calde specie in Andalusia (Spagna) e nella regione di Castilla la Mancha. Farà molto caldo anche a Madrid e Valencia con valori oltre i 32°C. Stesso discorso sulla Francia meridionale. In Italia vivremo una fase decisamente estiva con bellissime giornate soleggiate e temperature in generale e diffuso aumento.

Statisticamente parlando è molto raro che già in questo periodo l’anticiclone africano possa incidere il clima in maniera così determinante. Si tratta di un campanello d’allarme del cambiamento climatico in atto, del quale gli scienziati hanno avvisato da tempo i governi mondiali sulla possibile catastrofe che si prospetta da qui a pochi anni.

Foto di copertina: Geopotential 500 hPa and temperature at 850 hPa [https://www.ecmwf.int]