Il licenziamento di Gina Carano di "The Mandalorian" provoca Boicottaggio contro Disney+ sul web

Il licenziamento di Gina Carano ha portato l’hashtag #CancelDisneyPlus a diventare la tendenza numero uno su Twitter negli Stati Uniti. Tuttavia, numerosi utenti Internet hanno utilizzato l’hashtag per deridere la stessa campagna del servizio streaming.

Il recente licenziamento dell’attrice americana Gina Carano dalla serie di successo Disney+ “The Mandalorian“‘ ha scatenato una campagna di rifiuto sui social media da parte di coloro che credono che la sua cessazione sia stata ingiusta e motivata dalle sue convinzioni politiche.

Gina Carano: “attuale situazione politica USA come quella della Germania nazista”

Lucasfilm ha confermato il licenziamento di Gina Carano mercoledì dopo una pubblicazione dell’artista su Instagram in cui confrontava l’attuale situazione politica negli Stati Uniti con quella della Germania nazista. Ecco cosa si leggeva nel suo messaggio, accompagnato da un’immagine scattata durante la persecuzione degli ebrei nella città ucraina di Leopoli nel 1941:

“Gli ebrei sono stati picchiati per le strade non dai soldati nazisti, ma dai loro vicini … anche bambini. Poiché la storia è stata modificata, molte persone non si rendono conto che, per arrivare al punto in cui i soldati nazisti potrebbero intrappolare migliaia di ebrei, il governo ha fatto in modo che i loro vicini li odiassero semplicemente per il fatto di essere ebrei. Com’è diverso dall’odiare qualcuno per le loro opinioni politiche?”.

L’indignazione su Internet causata da queste dichiarazioni è stata il motivo per cui è stata licenziata Gina Carano. Tuttavia, il suo licenziamento ora ha avuto l’effetto opposto e diverse personalità americane conservatrici si sono rivolte ai social network per rifiutare la decisione di Lucasfilm e esortare gli utenti a cancellare il loro abbonamento a Disney+.

La Disney ha cancellato Gina Carano, quindi io cancello il mio account Disney+. Dobbiamo smettere di dare i nostri soldi a queste persone e dobbiamo costruire nuovi franchise”, ha detto il personaggio televisivo Dave Rubin. Allo stesso modo, il comico e editorialista Tim Young ha condiviso l’opinione di Rubin secondo cui la piattaforma dovrebbe essere “cancellata”, sostenendo che la compagnia non tollera “la libertà di parola che offende la sinistra”.

In mezzo a questo malcontento, l’hashtag #CancelDisneyPlus è diventato presto la tendenza numero uno su Twitter negli Stati Uniti. Tuttavia, molti utenti di Internet hanno incluso questo tag nei loro post per prendere in giro la campagna stessa. Un utente ha affermato ironicamente che la Disney stava probabilmente “tremando di paura” al tentativo di boicottaggio di Internet, sottolineando che poche migliaia di tweet negativi non possono rimuovere un servizio di streaming con decine di migliaia di abbonati.

Non è la prima volta che Gina Carano è diventata oggetto di critiche da parte degli internauti. Lo scorso novembre l’attrice ha condiviso diversi tweet controversi. In uno ha deriso l’uso delle maschere in mezzo alla pandemia di coronavirus, mentre in un altro ha suggerito che venisse verificata una frode elettorale durante le ultime elezioni presidenziali americane .UU.