lampade polimerizzanti unghie possono danneggiare dna cellule umane

Un recente studio condotto da ricercatori delle Università della California San Diego e Pittsburgh negli Stati Uniti ha trovato prove preoccupanti dei danni che la luce ultravioletta (UV) emessa dalle lampade per l’asciugatura dello smalto nei saloni di bellezza può causare alle nostre mani. Sebbene le lampade a LED utilizzate in questi saloni siano meno intense e abbiano uno spettro UV diverso rispetto ai lettini abbronzanti, la poca radiazione che emettono può facilmente penetrare nella pelle con risultati sconosciuti.

Secondo lo studio, l’esposizione ai raggi UV delle lampade per unghie può danneggiare il DNA delle cellule umane e dei topi in modo simile. L’esposizione ai raggi UV per soli 20 minuti al giorno per tre giorni consecutivi ha ucciso fino al 70% delle cellule esposte. Sebbene questi risultati non forniscano prove dirette di un aumento del rischio di cancro, indicano che potrebbe esserci un alto livello di rischio.

I ricercatori chiedono studi epidemiologici a lungo termine per valutare se i meccanismi scoperti nello studio si traducono in un danno reale.

RHAer7d

Come funzionano le lampade per asciugare le unghie

Le luci per l’asciugatura dello smalto utilizzano la luce ultravioletta (UV) per polimerizzare e asciugare in modo rapido e pulito alcuni tipi di smalto.

La lampadina di una lampada per la cura dello smalto per unghie a LED è meno intensa e ha uno spettro UV diverso rispetto a un lettino abbronzante, ma emette comunque delle radiazioni che possono facilmente penetrare nella pelle. Lo smalto viene applicato sulle unghie e le unghie vengono poi poste sotto una lampada per polimerizzare e asciugare lo smalto in un processo che di solito richiede solo pochi minuti.

In genere si tratta di lampade LED con una potenza media da 9W a 36W. È importante notare che non solo la potenza della lampada è importante, ma anche la distanza della lampada dalla pelle, il tempo di esposizione e la frequenza di utilizzo.