India muove elicotteri e caccia in zona conflitto con truppe cinesi in Himalaya.

L’esercito indiano ha spostato diversi elicotteri Apache con missili terra-aria Hellfire, così come elicotteri Chinook a est del Ladakh, un’area in conflitto con la Cina in Himalaya, dove il 15 giugno si è verificato un violento scontro con Truppe cinesi. Lo riporta The Times of India, riferendosi a un alto ufficiale militare non identificato. Il giornale indica anche che durante la settimana sono stati inviati nella zona caccia Su-30 MKI, MiG-29 e Jaguar.

“La Cina ha attraversato le nostre linee rosse uccidendo brutalmente 20 dei nostri soldati in un attacco premeditato”, scrive il giornale citando la sua fonte militare: le truppe indiane sono “completamente preparate per qualsiasi escalation”. Afferma anche che “sono state prese tutte le misure necessarie”.

India e Cina si accusano a vicenda per aver provocato lo scontro del 15 giugno, tuttavia, entrambe le parti hanno dichiarato ufficialmente che il conflitto sarà risolto pacificamente attraverso canali diplomatici. D’altra parte, il Primo Ministro dell’India, Narenda Modi, ha annunciato sabato di aver dato all’esercito “tutta la libertà di prendere misure correttive” nell’area di confine in modo che “nessuno possa vedere nemmeno un centimetro della nostra terra”.