gigantesca voragine cile portale dimensionale dolina

La gigantesca dolina è stata rilevata sabato scorso e, da allora, si è allargata di altri 7 metri, misurando ora circa 32 metri di diametro. Il fenomeno ha avuto origine nella regione di Atacama, precisamente nel comune di Tierra Amarilla. Il foro è comparso nella Miniera di Alcaparrosa, che fa parte della Minera Candelaria, e per questo motivo si sta ancora indagando se il suo aspetto abbia a che fare con lavori minerari.

Cristóbal Zúñiga, sindaco di Tierra Amarilla, ha dichiarato: “Siamo preoccupati, poiché è una paura che abbiamo sempre avuto come comunità, il fatto di essere circondati da giacimenti minerari e opere sotterranee sotto il nostro comune“.

Una delle prime indicazioni fornite dopo la comparsa di questo gigantesco buco è stata che squadre specializzate del Servizio nazionale di geologia e miniere (Sernageomin) si recano sul posto per lavorare sul terreno e valutare la situazione.

Il direttore del Sernageomin Atacama, Franklin Céspedes, era presente e affermò che la dolina aveva “32 metri di diametro e 64 metri di profondità. La base di questo forado è di 48 metri” e la città più vicina si trova a soli 600 metri di distanza.

È colpa dell’eccessiva attività estrattiva?

Zúñiga non ha esitato a indicare un colpevole, assicurando che la dolina è una conseguenza di “attività estrattive inconsce ed eccessive”. “Qui la Terra sta dimostrando per l’eccessiva attività estrattiva che non è consapevole degli effetti negativi che può avere sul nostro territorio e sulla nostra comunità”.

“Questa è la più grande voragine che abbiamo visto negli ultimi tempi. Siamo molto preoccupati perché è attivo e continua a crescere”.

Sernageomin ha stabilito un perimetro di sicurezza di 100 metri intorno alla dolina, situata all’interno della miniera di Alcaparrosa de Candelaria.

Da parte sua, la società mineraria Lundin Mining, proprietaria dell’80% della proprietà, ha rilasciato una dichiarazione in cui ha risposto che “non vi è stato alcun impatto su personale, attrezzature o infrastrutture” e che la dolina – contrariamente a quanto notato dal sindaco locale – è rimasta “stabile” sin dal suo rilevamento.

Allo stesso modo, la società ha indicato che, a titolo preventivo, “i lavori di sviluppo in un’area sono stati temporaneamente sospesi”.