Elon Musk: Esseri umani su Marte in un massimo di 10 anni

Per anni sono stati condotti studi su Marte al fine di determinare la fattibilità di questo pianeta per dare agli umani la possibilità di stabilirsi e formare una colonia lì. Anche se in molti credono che su Marte siano già esistite Civiltà Extraterrestri in passato. Ciò ha portato alla nascita di progetti con l’obiettivo di portare gli esseri umani sul pianeta rosso, attraverso agenzie spaziali governative o private. Nella sfera privata, una delle persone che vuole raggiungere questo obiettivo è Elon Musk attraverso la sua compagnia SpaceX, sotto la quale ha realizzato la costruzione della sua navicella spaziale Starship e con essa è stato in grado di trasportare umani su Marte.

Ci sono già state diverse occasioni in cui questo uomo d’affari ha dato una data diversa per il varo di questa nave; prima il 2024 e poi il 2026. Ora, Elon Musk ha detto che raggiungerà questo obiettivo entro un periodo massimo di 10 anni, ossia entro il 2031. Durante la trasmissione dell’episodio 252 del podcast condotto da Lex Friedman, l’uomo d’affari ha dichiarato di sperare che l’obiettivo della missione di SpaceX su questo pianeta venga completato nel 2031.

Elon Musk: Esseri umani su Marte in un massimo di 10 anni

Durante la sua partecipazione a questo programma, a Musk è stato chiesto quanto tempo avrebbe impiegato la sua compagnia per portare gli esseri umani su Marte. Dopo una pausa di 20 secondi, ha risposto a quanto segue:

“Nel migliore dei casi è di circa 5 anni; nel peggiore dei casi, 10 anni”.

Questa affermazione è stata supportata da un argomento in cui Musk ha sottolineato che la ragione di questo ritardo risiede nel processo di progettazione dell’astronave spaziale Starship, che avrà la struttura più complessa e avanzata mai costruita.

In aggiunta a ciò, Musk ha indicato quanto sia importante l’ottimizzazione del sistema di trasporto spaziale dell’astronave. Ed è che, se si intende portare gli esseri umani su Marte, è necessario ridurre il più possibile il costo per tonnellata in orbita.

Vale la pena ricordare che negli ultimi tempi ci sono state una serie di difficoltà nella costruzione della nave Starship. In tal senso, Musk ha invitato il team coinvolto nel progetto ad accelerare la marcia e a concentrarsi sulla risoluzione di tutti quegli incidenti che stanno ostacolando il processo di sviluppo dei motori Raptor, poiché altrimenti SpaceX correrebbe il rischio di andare in bancarotta.