Cipro: incendi boschivi distruttivi in mezzo a forte ondata di calore

Quattro persone sono state trovate morte domenica mentre un enorme incendio boschivo ha colpito Cipro per il secondo giorno consecutivo in mezzo a una forte ondata di caldo sull’isola. L’incendio, alimentato da forti venti, ha interessato almeno 10 comunità in un’area di oltre 50 chilometri quadrati ai piedi della catena montuosa dei Troodos, un’area di pineta e macchia molto ricca di vegetazione.

Le vittime, tutte di nazionalità egiziana, sono state trovate vicino a Odou, una comunità montuosa a nord delle città di Limassol e Larnaca. Inoltre, l’incendio ha distrutto decine di abitazioni e portato a evacuazioni forzate. “È uno degli incendi più distruttivi che abbiamo sperimentato, purtroppo, con vittime”, ha detto il presidente di Cipro Nicos Anastasiades.

Le autorità hanno promesso di fornire aiuti a tutte le persone colpite.

Nel frattempo, la Grecia ha inviato aerei antincendio nell’isola del Mediterraneo e anche gli aerei delle basi militari britanniche a Cipro hanno contribuito ai compiti. Anche Italia e Israele si sono impegnate ad aiutare la nazione a combattere l’incendio.

Il satellite di emergenza dell’UE Copernicus è stato attivato per fornire mappe di valutazione dei danni delle aree colpite. Cipro sta attualmente vivendo un’ondata di caldo con temperature che superano i 40°C. Allo stesso tempo, la polizia locale ha annunciato che stanno interrogando una persona di 67 anni in relazione all’incendio.