Cinese muore di HantaVirus, panico in Internet: Che malattia è? C'è da preoccuparsi?

Il quotidiano cinese Global Times ha riferito che un abitante della provincia meridionale dello Yunnan è morto dopo essere risultato positivo alla malattia virale nota come hantavirus. La notizia ha rapidamente causato un enorme panico in rete, dove centinaia di persone hanno iniziato a cercare cosa fosse realmente quel virus e se fosse pericoloso come il nuovo coronavirus covid-19.

“Una persona della provincia di Yunnan è morta lunedì mentre tornava a lavorare su un autobus noleggiato nella provincia di Shandong per lavorare. È risultato positivo all’hantavirus. Le altre 32 persone sull’autobus sono state sottoposte al test”, ha riferito il Global Times tramite il suo account Twitter.

Poco dopo, l’hashtag #hantavirus è diventato di tendenza su Twitter, con numerosi utenti in preda al panico che era un altro virus mortale originario della Cina.

“Cina, smetti di mangiare tutto ciò che si muove”, ha pubblicato uno di loro:

Hantavirus: Ci sono ragioni per farsi prendere dal panico?

Il panico online è infondato, poiché hantavirus non è una novità. Conosciuto da decenni, viene trasmesso dal contatto con la saliva, le feci o l’urina di roditori infetti.

Feci che, una volta essiccate, si volatilizzano e si combinano con la polvere, in modo che possano essere inalate. Respirando aria inquinata, prendendo morsi o avendo un contatto diretto con i trasmettitori del virus, le persone sviluppano una malattia acuta che attacca i polmoni.

I sintomi iniziali dell’hantavirus sono simili a quelli dell’influenza.

Febbre, muscoli e mal di testa, nausea, vomito, talvolta dolore addominale e diarrea. Giorni dopo, potrebbero esserci disturbi respiratori, che alla fine peggiorano. Tuttavia, i casi di trasmissione da persona a persona sono molto rari.

Sui social media, alcune persone hanno cercato di fermare il panico spiegando alcuni concetti base di hantavirus a coloro che temono un altro scoppio di una nuova pandemia a causa di una malattia pericolosa.

Nel frattempo, covid-19 rimane una fonte di grande preoccupazione in tutto il mondo. Secondo gli ultimi dati, forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità, il numero di persone infette da SARS-CoV-2 ha superato 460 mila, mentre 20,831 sono le persone morte in tutto il mondo. Il nuovo coronavirus è già presente in 195 paesi.