Canada: si diffonde malattia che uccide lentamente il fegato umano

Scienziati della provincia canadese dell’Alberta hanno segnalato un allarmante aumento dei casi di echinococcosi alveolare (“Echinococcus multilocularis” o SM) in questa regione. È una malattia rara e pericolosa per la vita causata da un parassita “importato” dall’Europa che cresce nel fegato, causando gravi complicazioni di salute e persino la morte, secondo una dichiarazione rilasciata dall’Università dell’Alberta.

Uno studio pubblicato a marzo di quest’anno sui casi di SM in Alberta (Canada) ha riscontrato 17 casi di questa malattia diagnosticati nella provincia tra il 2013 e il 2020. La malattia può essere riscontrata in alcune aree dell’Europa e dell’Asia, sebbene sia rara nell’uomo. Prima degli anni 2010, era praticamente inesistente in Nord America.

Canada: si diffonde malattia che uccide lentamente il fegato umano

Prima del recente aumento, solo due casi di SM umana erano stati precedentemente confermati in Nord America: uno nella provincia canadese di Manitoba nel 1928 e uno nello stato americano del Minnesota nel 1977. Stan Houston, esperto di malattie infettive presso l’Università dell’Alberta e co-conduttore dello studio:

“Questo parassita si è ormai ampiamente stabilito in natura nelle praterie. È stato trovato nel Saskatchewan e nella Columbia Britannica, ma l’Alberta ha avuto la maggior parte dei casi di malattie umane”.

Come si prende la malattia

La malattia viene contratta consumando uova microscopiche di tenia mangiando, cibo contaminato o maneggiando animali infetti.

Queste uova possono impiantarsi all’interno degli organi e svilupparsi in essi. Secondo Houston, il ceppo di SM trovato nei casi dell’Alberta è stato identificato dagli scienziati del College of Veterinary Medicine di Calgary come originario dell’Europa, probabilmente nei cani portati nella zona.

Gli ospiti di questo parassita sono cani, tipicamente volpi e coyote, ma potenzialmente anche cani domestici, sebbene il parassita sia considerato relativamente innocuo per loro. Quando un roditore ingerisce uova di parassiti dalle feci canine, acquisisce una forma diversa della malattia e sviluppa un tumore, o crescita parassitaria, nel fegato, che lo uccide. Quando un cane mangia il roditore, il parassita ritorna alla forma della tenia.

Se il parassita viene catturato in anticipo, il trattamento può includere un intervento chirurgico per rimuoverlo dal fegato. Poiché il parassita inizialmente non ha sintomi, tende a crescere lentamente, quando viene rilevato, circa i due terzi dei pazienti saranno inoperabili. In questi casi, i farmaci antiparassitari verranno utilizzati in modo permanente.

Se non trattato, il parassita potrebbe uccidere il suo ospite umano entro 10-15 anni.