Caduta dei capelli durante il cambio di stagione: dritte per correre ai ripari

La caduta dei capelli è un fenomeno frequente soprattutto in primavera e in autunno e dunque in molti casi può essere considerato un episodio stagionale. I capelli possiedono un proprio ciclo di ricrescita che dura da 2 a 6 anni, per questa ragione ciascun capello cade e ricresce circa 20 volte prima di “morire definitivamente”. Su un cuoio capelluto sano, la maggior parte dei capelli è in fase “anagen”, mentre la restante si divide tra “catagen” e “telogen” e questa situazione si verifica tutto l’anno tranne a luglio e gennaio, poiché aumentano le strutture nella fase “telogen”. Questa fase dura circa tre mesi e quindi a ottobre e ad aprile si assiste a un aumento della caduta dei capelli.

Come prevenire e combattere la caduta stagionale dei capelli

Durante il cambio di stagione ma anche in situazioni di particolare stress, un’alimentazione corretta può rendere i capelli più forti. Per quanto riguarda la pulizia, è meglio usare shampoo con tensioattivi dolci per non portare via un’eccessiva quantità del sebo naturale presente, importantissimo per idratare e lubrificare i capelli. Il balsamo deve essere applicato una volta a settimana in modo da non appesantire troppo la chioma. Se si sceglie di ricorrere a qualche prodotto ristrutturante, meglio optare per maschere per capelli secchi, fragili e danneggiati. Effettuare uno scrub un paio di volte al mese, invece, aiuta a pulire la cute e a svuotare i follicoli piliferi da impurità e sebo, rivitalizzandoli.

Se si desidera riparare il capello in profondità per dargli nuova forza e contrastarne la caduta, è consigliabile usare delle fiale contro la caduta dei capelli delle donne, come ad esempio quelle di Bioscalin che hanno un’azione ristrutturante, in grado di riparare i capelli sfibrati, rovinati e danneggiati. Altri rimedi semplici ma utili a proteggere i capelli sono evitare di lavare la testa tutti i giorni, tagliare regolarmente le punte rovinate per rinforzare la chioma e asciugare i capelli con il phon a bassa temperatura.

Rimedi naturali per capelli che cadono

Ci sono numerosi rimedi naturali utili per rinforzare i capelli e combatterne la caduta. L’olio di semi di lino ha forti proprietà ristrutturanti grazie agli antiossidanti presenti ma soprattutto grazie all’acido linoleico. Questi elementi aiutano a riparare i capelli rovinati e a ripristinare la salute del cuoio capelluto. L’olio di semi di lino si può usare sotto forma di impacco pre-shampoo o pre-asciugatura. L’olio di avocado, invece, grazie alla presenza di vitamina A, tocoferolo, acidi grassi insaturi ha proprietà nutrienti e addolcenti utilissime per la salute dei capelli. L’avocado è un valido alleato nel favorire la crescita dei capelli e negli stati infiammatori cutanei. L’olio svolge due azioni combinate, ovvero rinforzare i capelli e proteggere la cute, senza ungere né appesantire. L’olio di cocco, invece, è utile per proteggere i capelli da fattori esterni aggressivi e dare loro lucentezza. Applicare un impacco a base di olio di cocco prima o dopo lo shampoo aiuta a idratare la chioma, la cute e a nutrire i capelli.