BRASILE FOTO NASA – Il 19 gennaio 2014 è stata scattata una fotografia dal satellite in orbita della NASA denominato Aqua attraverso la dotazione fotografica del MODIS (Moderate Resolution Imaging Spectroradiometer), evidenziando una chiazza nera al largo della costa sud-orientale del Brasile, nelle acque dell’Oceano Atlantico.

La macchia nera che si vede nella foto, non è altro che la fioritura di organismi microscopici identificati dai biologi esperti nel settore, come Myrionecta rubra (precedentemente conosciuto come Mesodinium rubrum), che si raggruppano in chiazze che si estendono fino a 800 chilometri da sud a nord attraverso la piattaforma continentale. Nell’immagine inviata dal satellite della NASA, le ciocche gonfie bianche sul mare e dell’entroterra sono le nuvole.

L’organismo microscopico in questione è considerato vicino al parafiletico ma viene tuttavia classificato come appartenente al regno dei protisti, ossia una categoria residuale, artificiosa, una sorta di contenitore per tutti gli organismi non inseribili in altri regni. Attualmente, anche alla luce di recenti studi di filogenesi molecolare, si sta cercando di abbandonare tale categoria per seguire criteri più oggettivi.

La Myrionecta rubra, anche se minaccia le alghe microscopiche che consuma per nutrirsi, risulta non nessere tossica per gli esseri umani o altre forme di vita marina.

Negli anni passati sono state registrate queste immagini nell’estuario del Columbia (il fiume più grande sfociante nel Pacifico nord-occidentale, in Nord America, e che nasce dalle Montagne Rocciose della Columbia Britannica, in Canada), dove si vedono questi organismi di un colore rosso intenso.

La foto del satellite, invece, mostra questi organismi di colore scuro in quanto l’oceano assorbe la luce del sole, e tendono a galleggiare un metro o due sotto la superficie dell’acqua, così qualunque fotoni di luce rossa che riflettono vengono assorbiti o dispersi sulla via del ritorno verso la superficie. Se ci avviciniamo a Rio de Janeiro e San Paolo in Brasile, noteremo come l’acqua ha una tinta verde, a causa probabilmente di una diversa fioritura di fitoplancton o dei sedimenti provocati dalle recenti inondazioni nella regione brasiliana.