bambino morto scorpione giallo brasiliano

Nella città di Botucatu, nello stato di Sao Pablo, in Brasile, un bambino di sette anni è morto la scorsa settimana dopo essere stato punto da uno scorpione e aver subito sette attacchi di cuore. Secondo il quotidiano O Globo, il bambino è morto dopo aver trascorso due giorni nel reparto di terapia intensiva di un ospedale.

Luiz Miguel Furtado Barbosa è stato attaccato da un Tityus serrulatus, meglio conosciuto come lo scorpione giallo brasiliano, quando si è messo le scarpe per andare in campeggio con la sua famiglia. La madre del bambino: “Non appena le ha indossate, ha urlato di dolore. Dal momento che non siamo riusciti a trovare cosa lo avesse punto, abbiamo continuato a cercare. Ma la sua gamba ha iniziato a diventare rossa e ha detto che il dolore stava aumentando”.

Le morti per punture di scorpione sono frequenti in Brasile

Il numero di persone colpite dalla specie che ha attaccato il bambino si è moltiplicato dal 2000. Da 12.000 incidenti in quell’anno, i casi sono aumentati a 156.000 nel 2018. La popolazione degli scorpioni è cresciuta negli anni, anche a causa della crisi climatica, che porta a condizioni più calde e umide che sono un ottimo habitat per la loro riproduzione.