Aumenta il bilancio delle vittime e dei danni provocati dal potente Terremoto in Turchia e Grecia.

TERREMOTO GRECIA TURCHIAIl potente terremoto di magnitudo 7 che ieri ha colpito le coste della Turchia e delle isole greche dell’Egeo ha causato notevoli danni materiali in diverse località. Il ministro turco dell’Ambiente e dell’Urbanistica, Fatih Kurum, ha dichiarato che ci sono persone intrappolate sotto le macerie nella città di Izmir, una delle città in cui il terremoto ha colpito in maniera più devastante.

Almeno 17 persone sono morte e più di 700 sono rimaste ferite a Izmir a causa del terremoto, secondo le autorità turche del disastro. Inoltre, è stato riferito che 2 bambini sono morti sull’isola greca di Samos a causa della caduta di un muro dopo il terremoto.

Secondo il Centro Sismologico Euro-Mediterraneo (CSEM), la fonte del terremoto si trovava a 10 chilometri di profondità nell’arcipelago del Dodecaneso. Si è sentito a Istanbul, Atene e in altre città vicine. Da allora, sono state segnalate almeno sei scosse di assestamento nei successivi 30 minuti. Durante le prime 3 ore dall’evento sono stati registrati ulteriori 21 terremoti con una magnitudo tra M 3,3 e M 5,1.

L’USGS invece ha calcolato che il terremoto ha raggiunto una magnitudo 7.0 e ha localizzato il suo epicentro a circa 14 chilometri dalla città di Néon Karlovásion, in Grecia.