Algoritmo per imparare una lingua in 8 mesi

L’inglese, il cinese mandarino e il francese sono le lingue più potenti al mondo, secondo il Language Power Index (PLI). Questa classificazione misura l’utilità di padroneggiare una lingua tenendo conto delle opportunità che offre in relazione al turismo, all’economia, alla comunicazione o alle relazioni diplomatiche. La tecnologia è diventata uno strumento chiave per facilitare e accelerare l’apprendimento di altre lingue. Il metodo 8Belts si basa sull’intelligenza artificiale per consentire a un utente di imparare una lingua in soli otto mesi.

“Una delle chiavi più innovative di 8Belts è che migliora la fluidità e la memorizzazione attivando le parti del cervello che elaborano e generano il linguaggio, un vantaggio importante per coloro che hanno sofferto con le lingue”, afferma Fernando Moreno, CEO di 8Belts. “Ciò consente di semplificare l’apprendimento per qualsiasi studente, indipendentemente dal talento o dall’età; o anche per coloro che pensavano di essere pessimi con le lingue “. Per sviluppare questo metodo, l’azienda ha tenuto conto del rapporto tra quante ore un utente trascorre a studiare, quanto effettivamente ne approfitta e quanto si traduce in apprendimento . Gli algoritmi matematici di 8Belts cercano che il tasso di utilizzo raggiunga il 100%. E ci sono due modi per raggiungere questo obiettivo: “Impedendo agli studenti di dimenticare ciò che hanno imparato ed escludendo deliberatamente informazioni meno rilevanti”.

Il metodo è progettato per qualsiasi persona che parla spagnolo, indipendentemente dall’età, per imparare il cinese, l’inglese, il francese o il tedesco. In soli otto mesi e dedicando circa 30 minuti al giorno. Attualmente più di 20.000 persone nel mondo utilizzano 8Belts, secondo l’azienda. Tra questi spiccano celebrità come il cantante David Bisbal o il presentatore Pablo Motos. Tra i suoi clienti ci sono anche grandi aziende spagnole come BBVA, Banco Santander, Real Madrid, Telefónica, Iberdrola o Inditex.

Il sistema, che è 100% digitale, è nato nel 2011. Da allora, un team multidisciplinare di matematici, informatici, designer, pedagoghi e linguisti ha adattato le metodologie e i processi per ottimizzare l’apprendimento di qualsiasi studente. “Il nostro team di linguisti ha passato anni ad analizzare la rilevanza di ogni parola che compone la lingua”, afferma Anxo Pérez, presidente dell’azienda.

In 8Belts non ci sono lezioni di grammatica o esercizi convenzionali. Funziona con gli obiettivi. Attraverso una piattaforma gamificata, l’utente deve affrontare sfide quotidiane pensate per ottenere i migliori risultati possibili nel minor tempo possibile.

Il metodo utilizza algoritmi per cercare di rilevare i punti deboli di ogni studente e rafforzarli. In effetti, due studenti che iniziano allo stesso livello possono imparare cose diverse dopo lo stesso periodo di apprendimento. Il software si adatta al ritmo dello studente e ne monitora i progressi in ogni momento. Cioè, ogni passaggio viene registrato sulla piattaforma per motivarti.

Più allenato, più competitivo

Conoscere le lingue è diventata un’abilità fondamentale per trovare lavoro e comunicare con persone di tutto il mondo. L’inglese è la lingua più parlata del pianeta, con 1.348 milioni di parlanti, secondo la piattaforma di statistiche linguistiche di Ethnologue. Sono seguiti dal cinese, con 1.120 milioni di parlanti; Hindi, con 600 milioni; e spagnolo, con 543 milioni.

8Belts vuole affascinare tutti quegli utenti che hanno trascorso anni a imparare una lingua nelle accademie e con insegnanti privati ​​senza successo. Sebbene il metodo sia stato progettato per gli adulti, i suoi creatori affermano che i risultati con bambini di età superiore ai sei anni sono positivi. Inoltre, offrono piani alle aziende interessate ai propri lavoratori che imparano le lingue. “Avere dipendenti meglio formati porta ad un’azienda con risultati migliori, più competitiva, produttiva ed efficiente”. Il 90% delle aziende chiede professionisti con un’elevata padronanza dell’inglese e solo il 28% degli spagnoli afferma di parlarlo, secondo l’azienda.

In totale, 8Belts ha già offerto più di 500.000 sessioni di formazione online a privati ​​e aziende. L’azienda ha chiuso il 2020 con un fatturato di oltre sei milioni di euro. Nel 2021 prevede una crescita di oltre il 70% e spera di raggiungere i 30.000 studenti. Quest’anno intende anche investire in R + S + i per modernizzare la piattaforma, lanciare un’app per smartphone, incorporare nuove lingue e internazionalizzare il business.