TROPPA TV RIDUCE IL NUMERO DI SPERMATOZOI – Gli uomini che fanno poco esercizio fisico e spendono molto del loro tempo libero guardando la TV hanno un numero di spermatozoi inferiore rispetto agli uomini più attivi. Lo suggerisce un nuovo studio americano dei medici della Harvard School of Public Health, pubblicato sul British Journal of Sports Medicine: passare 20 ore settimanali o più davanti alla TV può essere dannoso per la capicità di riproduzione. Mentre 15 o più ore di esercizio fisico alla settimana migliorano la qualità dello sperma.

Tra gli uomini analizzati nello studio, quelli fisicamente più attivi, abituati a 15 ore o più di moderata attività fisica ogni settimana per giocare a calcio, baseball o basket per esempio, aveva il numero degli spermatozoi del 73% maggiore di quelli che erano molto poco attivi fisicamente.

Coloro abituati a trascorrere molto tempo a guardare la TV o DVD, almeno 20 ore alla settimana, aveva un numero di spermatozoi inferiore del 44% rispetto a chi passava un esiguo numero di ore davanti allo schermo.

Riguardo alla fertilità, nessuno degli uomini poteva essere classificato come subfertile. Nessuna alterazione era presente nella forma o nella vitalità degli spermatozoi.

I ricercatori hanno avvisato che ulteriori studi sono necessari per esplorare le possibili cause del calo del numero degli spermatozoi, dato che il campione di soli 200 studenti volontari che si sono sottoposti all’esame, offrendo un campione del loro sperma per gli esami di laboratorio e rispondendo ad un questionario, è esiguo per trarre conclusioni definitive. Da definire anche il concetto di sport, in quanto è stato verificato che alcuni sport possono a loro volta danneggiare la qualità e ridurre la quantità degli spermatozoi. Inoltre, varie sono le circostanze che possono influire sulla qualità dello sperma, oltre ad uno stile di vita sedentario: indossare biancheria e pantaloni attillati, andare troppo in bicicletta, il sovrappeso e l’obesità, infine la temperatura dell’ambiente in cui si vive. Il dottor Allan Pacey, esperto nel campo della fertilità, precisa: “Il mio consiglio è di fare tutto con moderazione, tenere conto del tempo passato in palestra così come del guardare la TV“.