Scoperti in Danimarca Cristalli rari di oltre 50 milioni di anni fa.

Decine di milioni di rari e giganteschi cristalli di carbonato di calcio, noti come glendoniti e trovati in Danimarca, hanno portato a nuove interpretazioni geologiche, ha riferito l’Università di Copenaghen la scorsa settimana.

Secondo i ricercatori, le glendoniti sono composte da ikaite, un minerale che può cristallizzare solo a temperature inferiori a 4ºC. Ma il fatto è che i cristalli scoperti sulle isole di Fur e Mors si sono formati tra 56 e 54 milioni di anni fa, durante l’Eocenoun, un periodo in cui si sono verificate le temperature più alte nella storia geologica della Terra.

“Il motivo per cui abbiamo trovato glendoniti da un periodo caldo, quando le temperature erano in media superiori a 35°C, è stato a lungo un mistero. Non avrebbe dovuto essere possibile”, ha detto Nicolas Thibault, professore associato presso il Dipartimento di geoscienze e gestione delle risorse naturali presso l’Università di Copenaghen.

Dopo aver sottoposto i cristalli all’analisi chimica, gli scienziati hanno concluso che l’Eocene non era così omogeneo come si pensava in precedenza. “Il nostro studio mostra che devono esserci stati periodi di freddo durante l’epoca dell’Eocene. Altrimenti, quei cristalli non potrebbero esistere, si sarebbero semplicemente sciolti”, ha spiegato Thibault.

Il ricercatore ha aggiunto che probabilmente ci furono un gran numero di eruzioni vulcaniche in Groenlandia, Islanda e Irlanda durante quel periodo, che “rilasciarono gocce di acido solforico nella stratosfera che avrebbero potuto rimanere lì per anni, proteggendo il pianeta dal sole e rifrangendo la luce solare”. “Questo aiuta a spiegare come fosse possibile avere zone regionali fredde, che era ciò che ha influenzato il clima della Danimarca all’inizio dell’Eocene”, ha concluso.