RAGNATELE CADONO DAL CIELO – Filamenti bianchi, appiccicosi, sono caduti in quantità in alcune zone di Milano, soprattutto ieri, 12 novembre, intorno a mezzogiorno. Ma cos’è esattamente che è caduto dal cielo come fosse neve e ha destato la curiosità ma anche un po’ di preoccupazione per i milanesi?

La spiegazione scientifica del fenomeno viene dal WWF, che prima di tutto rassicura i cittadini: nessun pericolo, si tratta di un evento normale e ricorrente, di cui parlò nell’antichità persino Aristotele.

Spider balooning”, ecco il nome scientifico del fenomeno. Si tratta veramente di filamenti di ragnatela che diverse specie di ragni usano per sfruttare il vento nelle calde giornate d’autunno e farsi trasportare in cerca di nuove zone da colonizzare. Anzi, se guardate con attenzione le ragnatele che piovono sulle vostre teste, vi vedrete attaccati i piccoli ragnetti.

I fiocchi bianchi caduti dal cielo a Milano sono frutto di “un fenomeno di dispersione che si ripete nelle zone di campagna fra ottobre e novembre e che ogni anno genera allarme in qualche parte d’Italia”.

È infatti solo di due giorni fa lo stesso tipo di “allarme” in Abruzzo, anche lì alcune persone hanno persino deciso di telefonare alla polizia per avere spiegazioni.

Tra le ipotesi più fantasiose sull’origine dei filamenti bianchi, le ragnatele appiccicose sono state attribuite agli extraterrestri, o ritenute misteriose scie chimiche pericolose frutto di qualche complotto e attentato, più semplicemente residui dovuti all’inquinamento atmosferico.

Ma quali ragni? Sono scie polimeriche degli aerei“, è stata la replica del leghista Zaffini, che dopo aver osservato il fenomeno dello spider ballooning nelle Marche, non convinto dalla spiegazione scientifica della caduta dal cielo delle ragnatele,che popolarmente viene chiamata “capelli d’angelo“, ha presentato un’interrogazione parlamentare.