Quando si è formata la Terra e come è stata raggiunta questa conclusione? È difficile stabilire il momento esatto dell’origine del nostro pianeta, ma gli scienziati ci hanno lavorato duro: l’età approssimativa della Terra sarebbe di circa 4,54 miliardi di anni, con un intervallo di errore di circa 50 milioni di anni.

Per arrivare a queste cifre, gli scienziati hanno valutato le rocce trovate nella crosta terrestre. Inoltre, sono stati paragonati a quelli sulla Luna e ai meteoriti che hanno visitato il nostro pianeta.

L’antichità delle nostre rocce e di quelle spaziali

La NASA spiega che i campioni più antichi di rocce lunari hanno circa 4,2 miliardi di anni. Mentre quelli dei meteoriti hanno tra 4,5 e 4,9 miliardi di anni, secondo i loro minerali. Ricordiamo che questo materiale risale al tempo di formazione del Sistema Solare, in cui i pianeti non erano ancora apparsi.

“I meteoriti sono pezzi essenziali nello studio dell’età della Terra, poiché si sono formati nello stesso periodo del nostro pianeta”, ha detto lo scienziato Steven Newton, coordinatore del National Center for Science Education.

Sulle rocce, Newton ha spiegato che “possono essere datate misurando i rapporti degli isotopi“.

“Un modo per giudicare l’affidabilità della misurazione radiometrica è confrontare i risultati di diverse tecniche per lo stesso campione”.

Come si è arrivati alla probabile età della Terra?

Non è stato un percorso facile per i ricercatori raggiungere l’età stimata della Terra. Secondo Space, la prima cosa che hanno cercato di fare è stata studiare il livello del mare o anche la salinità degli oceani.

Sono passati 400 anni di tentativi ed errori, finché non saremo in grado di sviluppare metodi di misurazione affidabili per elementi vecchi come rocce.

Un altro problema è sapere quando è emersa la vita sulla Terra. Si dice che le prime forme siano apparse 3,7 miliardi di anni fa, ad esempio. La NASA la colloca fino a 4 miliardi di anni fa, dopo un grande meteorite che ne ha generato la nascita.