The Metallurgist of Fashion

Lo stilista Francisco Rabaneda Cuervo, meglio conosciuto nel settore della moda come Paco Rabanne, è morto questo venerdì all’età di 88 anni nella sua casa al mare a Portsall, Finisterre (Francia). Nato nei Paesi Baschi nel 1934, Paco Rabanne viveva in esilio in Francia da quando aveva 5 anni. La sua famiglia decise di fuggire dalla Spagna nel bel mezzo della guerra civile che lo lasciò orfano del padre, fucilato dalle truppe nazionali per aver appoggiato la Seconda Repubblica. Mentre viveva nel comune francese di Brest, fu ricercato dalla Gestapo durante l’occupazione nazista e vi risiedette fino al 1947. Studiò architettura ma si dedicò all’haute couture, diventando infine un importante couturier, profumiere e imprenditore con il suo impero.

addio Paco Rabanne

Il suo amore per la moda è stato ereditato da sua madre, che aveva lavorato in un laboratorio Balenciaga a San Sebastián. Ha debuttato i suoi primi abiti in passerella alla Biennale di Parigi nel 1963, sperimentando diversi materiali e mescolando plastica, carta, piume e alluminio. Il suo amore per la lavorazione del metallo e del filo gli ha dato il soprannome di “The Metallurgist of Fashion” (il metallurgico della moda), che gli è rimasto impresso per tutta la vita. La stessa Coco Chanel lo ha soprannominato così con un ghigno.

Famosa è anche la collaborazione di Paco Rabanne con il gruppo spagnolo Puig nella creazione di profumi. Nel 1969, il suo primo profumo femminile, Calandre, uscì con intense note metalliche e floreali, e nel 1973 la profumeria maschile fu rivoluzionata con l’aroma Paco Rabanne Pour Homme.