Michael Schumacher di nuovo in sala operatoria per trattamento con cellule staminali.

Il famoso pilota tedesco di Formula 1 Michael Schumacher, ora 51enne, entrerà di nuovo in sala operatoria per ricevere un trattamento con cellule staminali che cerca di aiutare nella rigenerazione del suo sistema nervoso centrale. La procedura sarà eseguita dal medico francese Philippe Menasché, specialista in chirurgia coronarica e direttore dell’ospedale Georges Pompidou di Parigi.

Alla fine del 2019, Menasché aveva già trattato Schumacher. Ha quindi somministrato per via endovenosa una miscela di fluidi terapeutici prodotta in laboratorio sulla base di giovani cellule cardiache, che a loro volta sono state ottenute da cellule staminali.

La nuova terapia mira a produrre un effetto antinfiammatorio nel corpo della famosa stella della Ferrari.

A questo proposito, il neurochirurgo Nicola Acciari ha spiegato che il sette volte campione del mondo di F1 soffre di atrofia muscolare e osteoporosi, a causa della mancanza di attività fisica.

“Negli ultimi 20 anni, la scienza ha fatto enormi progressi nel campo del trattamento con cellule staminali. Ma ciò non cambia il fatto che sappiamo ancora poco del cervello umano. Non possiamo prevedere quali risultati porterà il trattamento”, ha affermato Acciari, citato dal quotidiano Marca.

Nel 2013, il sette volte campione del mondo ((1994, 1995, 2000, 2001, 2002, 2003 e 2004) ha avuto un incidente mentre sciava sulle Alpi francesi e, colpendo la testa su una roccia, ha subito un danno cerebrale. Da allora, la sua famiglia ha cercato di mantenere private tutte le informazioni sul suo stato di salute.