La catastrofe che ha spazzato via la specie ha cambiato drasticamente anche il tipo di vegetazione in questa parte del mondo.

L’asteroide che ha spazzato via i dinosauri 66 milioni di anni fa potrebbe anche aver creato le foreste pluviali, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista accademica Science. Per determinare come la caduta dell’enorme oggetto spaziale abbia colpito le foreste della moderna Amazzonia, gli scienziati dello Smithsonian Tropical Research Institute (STRI) hanno analizzato campioni di polline e foglie fossili, trovati nel territorio della Colombia. Si è scoperto che la catastrofe ha cambiato drasticamente il tipo di vegetazione in questa parte del mondo.

“Il nostro team ha esaminato più di 50 mila record di polline fossile e più di 6 mila fossili di foglie prima e dopo l’impatto”, ha spiegato la coautrice dello studio Mónica Carvalho. L’analisi ha mostrato che conifere e felci erano diffuse nella regione prima della collisione. Successivamente, la varietà delle piante è diminuita di circa il 45%. Molte specie sono scomparse, soprattutto le fanerogame (piante che producono semi).

Dalle sparse foreste di conifere alle giungle moderne

Per sei milioni di anni le foreste sono state ripristinate, ma le piante in fiore hanno iniziato a dominarle e la struttura della foresta è cambiata. Alla fine del Cretaceo, quando i dinosauri erano ancora vivi, gli alberi crescevano a grandi distanze l’uno dall’altro, le loro cime non bloccavano la luce del sole e raggiungevano il suolo della foresta.

Dopo la caduta dell’asteroide, le foreste sono diventate più dense e la quantità di luce sulla terra è diminuita.

Sulla base dell’analisi dei campioni, gli scienziati offrono tre spiegazioni sul motivo per cui il cataclisma ha trasformato le rade foreste di conifere nella giungla moderna con alberi ad alto fusto e orchidee. Le tre versioni non si escludono a vicenda, i cambiamenti possono essere causati da tutti questi fattori contemporaneamente, notano gli autori dello studio:

  1. I dinosauri non permettevano loro di essere fitte foreste. Mangiarono e calpestarono le piante ai livelli inferiori.
  2. Dopo la caduta dell’asteroide, la cenere è caduta e ha arricchito il suolo, rendendolo favorevole alle specie di fiori a crescita rapida.
  3. La scomparsa delle conifere ha semplicemente dato alle piante da fiore un vantaggio competitivo.


Fonti:

  • Extinction at the end-Cretaceous and the origin of modern Neotropical rainforests [Science]