Un team di paleontologi argentini ha scoperto una nuova specie di dinosauro di circa 90 milioni di anni fa, che aveva ali sulla parte superiore del corpo e gambe, come rapaci, che “fornisce indizi per chiarire l’origine evolutiva degli uccelli“. Come riferito questo settimana al Museo Argentino di Scienze Naturali Bernardino Rivadavia (MACN), i resti di quella specie, chiamata “Overoraptor chimentoi“, sono stati trovati nella provincia patagonica di Río Negro in Argentina.

Lo studio, pubblicato su The Science of Nature, racconta che la scoperta è avvenuta durante due campagne nel 2013, quando hanno trovato un piccolo artiglio affilato su una gamba e nel 2018, quando hanno recuperato “più materiali dallo scheletro come vertebre, parti delle cinture scapolari e pelviche e ossa delle ali e delle gambe”.

Secondo i ricercatori, è un piccolo animale, lungo circa un metro e mezzo, con zampe lunghe, il che significa che “era un corridore veloce”. Inoltre, è possibile che le loro estremità superiori siano state in grado di compiere movimenti complessi e piegarsi automaticamente al lato del corpo, simile alle ali degli uccelli, come quelle di nandù e condor.

“La nostra ipotesi è che nel caso dell’Overoraptor, la capacità di piegare automaticamente le ali deve avere una funzione diversa da quella degli uccelli in volo, dato che si tratta di un animale che corre”, ha detto Matías Motta, scienziato del MACN . “È possibile che le braccia abbiano avuto il ruolo di garantire l’equilibrio durante la corsa – fornendo maggiore equilibrio e precisione – grazie alla possibilità di spostarle in modo ritmico, come accade negli uccelli che corrono come il nandù o gli struzzi”.

Fonte: New theropod dinosaur from the Upper Cretaceous of Patagonia sheds light on the paravian radiation in Gondwana [Link]; MACN CONICET [Link].