Droni lancia missili: Inizia il nuovo programma DARPA

La tecnologia militare continua ad avanzare con i propri obiettivi, qualcosa che è sempre accaduto e che accadrà sempre. La cattiva notizia è che ora hanno già avviato il programma di droni autonomi che riescono a lanciare missili. La buona notizia è che, come al solito, la tecnologia militare si trasforma solitamente in qualcosa con obiettivi più nobili dopo pochi anni.

Questo progetto fa parte del programma LongShot di DARPA e mira a creare un veicolo senza pilota in grado di dispiegare armi aria-aria. Nell’immagine sopra puoi vedere un design assegnato a Northrup Grumman, Lockheed Martin e General Atomics per la prima fase del programma.

Il piano prevede che il sistema venga lanciato da un aereo con equipaggio più grande, decolli in un’area designata lontano dai missili terrestri e si impegni in molteplici minacce di combattimento usando le sue armi.

Essendo un drone, nessun essere umano sarebbe danneggiato se abbattuto da un altro veicolo.

Vogliono cambiare il modo in cui vengono svolte le operazioni di combattimento aereo. Un mezzo alternativo per generare capacità di combattimento e mantenere i piloti al sicuro entro distanze di confronto da possibili minacce, mentre i veicoli si occuperebbero di sparare per primi.

Successivamente, il programma LongShot costruirà un sistema dimostrativo su larga scala con lancio aereo che dimostra le sue capacità di volo controllato prima, durante e dopo il lancio delle armi. Stavano già studiando come colpire obiettivi da una distanza maggiore, ora si tratta di voler sparare missili molto più vicini ai bersagli.

Si spera che qualcosa di simile possa eventualmente essere utilizzato per consegnare merci in aree difficili da raggiungere o di soccorso. Immagine di copertina: Long Shot Unmanned Air Vehicle – DARPA.