Come funziona il broker eToro e le piattaforme di trading online.

Se siete su questo articolo, sicuramente sarete interessati al fenomeno del momento nel campo del trading online: stiamo parlando ovviamente di eToro.

Magari siete stati ammaliati da Eric Baldwin e la sua più che convincente pubblicità, ed ora grazie ad essa vi trovate qui a chiederci come funziona il broker eToro.

Ebbene, se è questo il vostro caso, siete nel posto giusto.

In questo articolo cercheremo di spiegare il funzionamento delle più importanti feature offerte dal famoso broker online israeliano, cominciando dal capire cos’è a tutti gli effetti il trading online e su cosa questo si basa.

Come funziona il trading online

Il trading online è un’evoluzione di quello che prima accadeva comunemente nelle borse valori.

Se prima però avevamo un luogo fisico come Wall Street dove avvenivano tutti gli scambi di titoli azionari e tutta una serie di altri titoli finanziari, oggi una parte di questi commerci è diventato “etereo”, e si è spostato completamente su internet.

Una fetta del mercato finanziario infatti si è tramutato in quelli che vengono definiti mercati OTC (“Over the Counter”). Questi tipo di mercati hanno la peculiarità di essere presenti esclusivamente sulla rete e non hanno un riferimento fisico.

Questa caratteristica gli permette quindi di superare le cosiddette” barriere” dello spazio e del tempo.

Esagerato, dite voi? Assolutamente no.

Di fatto, grazie alla potenza di internet e delle tecnologie contemporanee, vi basterà collegarvi a una piattaforma di trading online tramite un conto aperto con un broker online autorizzato (come eToro, per l’appunto) e potrete fare operazioni di trade in qualunque momento del giorno e ovunque vi troviate. Ciò poi è particolarmente vero se si pensa alla versatilità e mobilità concessa dalle mobile-app di trading.

Un servizio, quello delle applicazioni mobili, offerto anche da eToro, ovviamente.

Ma come funziona il broker eToro, e come mai è divenuto così famoso?

Come funziona eToro

Il broker online israeliano nato nel 2007 e divenuto nel giro di pochi anni leader del settore del trading online deve il suo successo a una cosa in particolare: il suo rivoluzionario concetto di social trading.

Se infatti avete sbirciato sulla pagina web di eToro, sicuramente avrete notato che questa rassomiglia terribilmente a un social network, e di fatto ne ricalca molte feature e modalità di interazione.

I titoli finanziari ricordano i classici post o tweet, con altri trader che ne discutono costantemente, esponendo al resto della comunità i propri pensieri e consigli.

E allo stesso modo dei social, possiamo trovare delle figure molto vicine agli influencer delle più famose piattaforme social in circolazione, soltanto che in questo caso si chiamano Top Investors e devono la loro fama ai loro successi nel mondo del trading.

Ciò che però colpisce ancor di più nel funzionamento di eToro, è la sua feature detta Copy Trading. Grazie ad essa infatti sarà possibile “copiare” gli investimenti eseguiti da un dato investitore, come appunto nel caso di un Top Investor. Il sistema procederà a copiare tutte le operazioni presenti nel portafoglio azionario di quel trader e ad aprirne altre in automatico nel momento in cui questi comincerà a investire di nuovo.

I prodotti maggiormente trattati da eToro: i CFD

Come per la maggior parte degli altri broker online, i prodotti finanziari maggiormente trattati sulla piattaforma di trading online di eToro sono i cosiddetti CFD.

I CFD, altrimenti noti anche col calco italiano di: “contratti per differenza”; sono un prodotto finanziario derivato tra i più in voga al momento nel campo del trading online.

Questi devono il loro successo principalmente alla loro accessibilità e alla loro elasticità finanziaria, in quanto non si necessita l’impiego di ingenti somme di denaro (cosa che accade invece con gli investimenti diretti). Allo stesso tempo, è possibile guadagnare grazie ad essi in maniera versatile poiché i CFD hanno la particolarità di rendere profitti non solo quando un titolo sale in borsa, ma anche se comincia a scendere.

Detto ciò, va sottolineato che i CFD sono comunque uno strumento finanziario caratterizzati da un’alta volatilità, ragion per cui bisogna fare attenzione a quanto si investe e come si investe, onde evitare di fare il fatidico “passo più lungo della gamba”.