DIETA SANA E PORZIONI ADEGUATE – Ecco il segreto della corretta alimentazione per proteggere i bambini dal peso eccessivo e dal rischio obesità. L’allarme viene lanciato dai Dietisti Italiani, la cui Associazione Nazionale ANDID si riunisce da oggi al 21 aprile a Verona, per dibattere nell’ambito del 24° Congresso Nazionale sull’argomento del sovrappeso nell’infanzia.

Carne, formaggi, pasta in eccesso, zuccheri, cibi conservati e poche verdure, troppe proteine e troppi grassi nell’alimentazione della prima e seconda infanzia, quando a decidere e misurare sono ancora i genitori, in particolare le mamme. Mamme apprensive, a cui pare che i figli mangino sempre troppo poco, che abbondano con le proteine e tendono a non essere restrittive sui tempi e le modalità con cui vengono assunti i cibi, creando le pericolose abitudini dei fuori-pasto.

Omogeneizzati e liofilizzati colpevoli di apportare nutrimento “concentrato” e ingannare l’occhio dell’adulto che teme il bambino non sia sazio. Bambini cicciottelli che il genitore si aspetta di veder crescere snellendosi e che invece acquistano la predisposizione all’obesità in età adulta.

Quando ancora il bambino non ha bisogno di una dieta dimagrante per perdere il peso in eccesso, occorre che gli alimenti siano ben bilanciati secondo la piramide alimentare, quindi con la preferenza a verdura e frutta, ma soprattutto che le porzioni siano proporzionate al fabbisogno del bambino in base all’età.

Ancora, per prevenire i problemi legati all’eccesso di peso, sia fisici che psicologici, importante l’esercizio fisico, ancora sottovalutato dalla maggior parte dei genitori.

Le abitudini alimentari si acquistano sin dall’infanzia, ed è necessario lavorare sulla preparazione dei genitori e la loro consapevolezza dei bisogni alimentari dei bambini per ottenere un miglioramento della situazione; oltre che sull’ambiente in cui, dopo la famiglia, i bambini passano la maggior parte delle ore delle loro giornate: la scuola.