Aumenta preoccupazione per la Malattia del Cervo Zombie.

Il membro del Congresso John Joyce, rappresentante per la Pennsylvania, questa settimana ha aggiunto il suo sostegno alla legislazione che mira a promuovere uno studio federale negli Stati Uniti sulla malattia debilitante cronica (CWD, con il suo acronimo in inglese), meglio conosciuta come la malattia del cervo zombie, che minaccia di compromettere la salute umana.

In questo modo Joyce unisce la sua voce alle preoccupazioni espresse giorni fa dal repubblicano Ralph Abraham, membro del Congresso della Louisiana, che ha presentato un disegno di legge bipartisan per fermare la diffusione della malattia e cercare di trovare una cura.

Finora, lo scoppio della CWD è stato identificato in 2 province del Canada e in almeno 24 stati degli Stati Uniti o la stessa cosa: nel bel mezzo del paese casi sono già stati documentati.

Che cos’è la malattia del cervo zombi?

La CWD è una malattia che colpisce specificamente il cervello, il midollo spinale e altri tessuti di cervi e alci allevati in libertà. Produce una drastica perdita di peso e cambiamenti nel comportamento, come viaggi, mancanza di coordinazione, sbavando, sete eccessiva, orecchie cadenti, assenza di paura prima delle persone o aggressività.

Perché ha causato così tanta preoccupazione? “È una malattia di cui non puoi sbarazzarti“, dice Dale Garner, capo della fauna selvatica della Divisione Risorse naturali dell’Iowa in un’intervista alla CBS, in quanto condizione mortale. quello non ha cura.

Diversi ricercatori affermano che la malattia può influenzare sostanzialmente l’uomo. “E’ biologicamente possibile che la CWD infetti le persone”, ha detto William Schaffner, specialista in malattie infettive al Self.

Una volta stabilito in un’area, il rischio rimane nell’ambiente per un lungo periodo, hanno riportato i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie.

Si può diffondere la malattia tra gli umani?

Gli scienziati canadesi hanno dimostrato lo scorso anno che i macachi alimentati con carne infetta da cervo hanno sviluppato la malattia. Tuttavia, i casi di CWD negli esseri umani non sono mai stati riportati, sebbene i risultati degli studi contemplino questa possibilità.

Quali misure propongono per controllare l’epidemia?

Il Center for Disease Control and Prevention (CDC) hanno suggerito di indossare i guanti, riducendo al minimo il tempo di manipolazione degli organi dell’animale e verificandoli prima di mangiarli. Essendo una malattia che viene trasmessa attraverso le proteine infette, chiamate prioni, la cottura della carne non ridurrebbe il rischio di infezione.

In Pennsylvania, è stato proposto di reclutare cacciatori per eliminare migliaia di cervi nella regione, come parte di uno studio pilota, al fine di analizzare se la riduzione della popolazione dei cervi può controllare la diffusione della malattia.

Il dott. Frank Bastian, del dipartimento dell’agricoltura della Louisiana State University, ritiene che la malattia sia causata da batteri e non da prioni, come si ritiene finora. Ora sta cercando di raccogliere fondi, insieme alla sua squadra, per sviluppare il vaccino.