PERICOLO DALLO SPAZIO – Da oggi l’asteroide “1999 RQ36” si chiamerà “asteroide Bennu” in onore della divinità egizia con la testa di airone. Definito dalla NASA come il corpo celeste (tra asteroidi e meteoriti) potenzialmente più pericoloso per il nostro pianeta con un possibile impatto previsto per il 2182, l’asteroide Bennu ha ricevuto un nuovo e più semplice nome dopo un concorso tra studenti negli Stati Uniti.

Come sappiamo, questo asteroide è di fondamentale importanza per la NASA, per il quale ha avviato un progetto di studio con l’invio della sonda spaziale denominata OSIRIS-Rex , la quale rappresenta il primo programma di studio di un asteroide con una sonda automatica.

E’ previsto che Osiride si avvicini a Bennu nel 2020 per viaggiare insieme per circa sei mesi a una distanza di cinque chilometri dalla superficie dell’asteroide eseguendone la sua “mappatura“.

Successivamente gli scienziati sceglieranno un luogo da dove prelevare un campione dell’asteroide Bennu (una composizione corporea di 60 grammi) per essere analizzato sulla Terra, alla fine del viaggio di ritorno previsto nel 2023. La NASA ha previsto che l’asteroide Bennu si avvicinerà in modo “rischioso” per un “possibile impatto sulla Terra” nel 2182.