YouTube vuole rendere gratuiti i suoi contenuti originali.

Tutto sembra indicare che l’esperimento per imitare Netflix sta per finire. Il direttore commerciale di YouTube Robert Kyncl ha confermato i piani dell’azienda di rendere i contenuti originali (chiamati YouTube Originals) accessibili a tutti e non solo a coloro che pagano.

Kyncl ha parlato all’evento annuale di Brandcast su YouTube, dove l’azienda espone i suoi piani agli inserzionisti. Dallo scorso autunno, la piattaforma di proprietà di Google ha riconosciuto che si sta muovendo verso un modello con pubblicità per i suoi originali, e stasera, Kyncl ha detto che tutta la programmazione originale presentata avrà una finestra con la pubblicità.

Il direttore non ha detto altro su quella finestra, ma sembra che YouTube non stia ancora abbandonando completamente gli abbonamenti a pagamento. Anche così, tutto il contenuto dovrebbe essere disponibile gratuitamente in qualche momento.

Kyncl: “Mentre tutte le altre società di media sono in competizione per mettere il loro contenuto dietro il muro dei pagamenti, ci stiamo dirigendo nella direzione opposta rendendo i nostri contenuti originali disponibili gratuitamente”.

Kyncl ha annunciato anche che “Cobra Kai” (della serie Karate Kid) tornerà per la terza stagione l’anno prossimo, così come la serie comica “What The Fit” di Kevin Hart.

Inoltre, ha affermato che la piattaforma sta anche lavorando a un progetto con Justin Bieber, anche se la società non ha fornito maggiori informazioni a riguardo.

D’altra parte, il team dietro al famoso canale Dude Perfect di YouTube sta lavorando a un documentario. Altri progetti che YouTube ha annunciato (sebbene non menzionato sul palco) includono un documentario su Paris Hilton, una copertura più dettagliata di Lollapalooza e il primo speciale interattivo di YouTube, “A Heist with Markiplier”.

Oltre a Kyncl, l’amministratore delegato di YouTube, Susan Wojcicki, ha parlato all’evento, dove ha detto: “Il tempo delle star è ora personale, e sta accadendo sui nostri telefoni cellulari, ognuno di noi ha un nuovo momento”.

Wojcicki ha anche affrontato la questione della “responsabilità”, che presumibilmente si riferisce all’eliminazione dell’odio e della disinformazione dalla piattaforma. Il CEO ha definito questa “la sua priorità numero uno” e ha affermato che YouTube sta eliminando milioni di video non validi ogni trimestre, molti dei quali non hanno ricevuto una sola visione. “Riconosco che c’è ancora del lavoro da fare, ma ci impegniamo a farlo bene”, ha spiegato.

Negli ultimi mesi, YouTube non sta andando molto bene. La piattaforma ha ottenuto che il suo video “YouTube Rewind 2018” venne catalogato come il video con il maggior numero di antipatie nel mondo. Tuttavia, questo non significa che sta cadendo. La piattaforma continua a crescere a un ritmo sorprendente e Facebook potrebbe subire le conseguenze.