MISTERO TERREMOTO ROMANIA – Affascinante la teoria esposta dal sito internet solarwatcher.net riguardo una particolare sincronizzazione tra i pianeti e i vari terremoti occorsi in Romania fin dal lontano 1471. Come raccontato dal sito anche attraverso un video pubblicato sul loro canale ufficiale in Youtube, nella zona sismogenetica della Vrancea (uno dei 41 distretti della Romania, ubicato parte nella regione storica della Moldavia) converge una particolare regione sismica caratterizzata da almeno tre unità tettoniche: la piastra est-europea, la intra-alpine e la Moesic sub-piastra, una zona dove la più forte attività sismica si concentra a profondità intermedie tra i 60 ed i 200 Km, all’interno di una vecchia lastra subdotta quasi verticale.

Il sito internet solarwatcher.net fa rilevare come una risonanza armonica tra simultanee connessioni planetarie, e in particolare gli allineamenti Marte-Sole-Mercurio e Venere-Sole-Saturno, spesso sostenute da un altro forte allineamento e cioè quello di Terra-Venere-Giove, hanno mostrato una connessione energetica per almeno nove significativi terremoti in

Romania dei quali l’ultimo, occorso il 27 ottobre del 2004 con un magnitudo 6 gradi della scala Richter.

In base agli studi eseguiti dagli amministratori del sito solarwatcher.net, ci si aspetta un forte terremoto in Romania tra il 25 novembre 2013 ed il 3 dicembre 2013, e tra il 15 e il 30 ottobre del 2015, quando cioè si ripresenteranno le suddette connessioni planetarie, con la risonanza armonica ad esse associata che potrebbe produrre un evento sismico di magnitudo tra i 6,5 e 7 gradi della scala Richter.