Maturità 2021 Online: la pagina web dedicata alle prove di Giugno

Si avvicinano i giorni della Maturità 2021 in piena pandemia coronavirus che nel corso di più di un anno ha stravolto la vita quotidiana degli studenti italiani. Il Ministro dell’Istruzione, Professor Patrizio Bianchi, ha pubblicato un video nei social dove lancia un messaggio di sostegno agli studenti italiani che quest’anno dovranno sostenere l’esame di stato che è una fase della vita importante.

Nel messaggio video del Ministro Bianchi viene annunciato anche una pagina internet dedicata all’esame di maturità in cui la Rai avrà uno spazio dedicato: si tratta della pagina web dedicata alle prove conclusive del primo e del secondo ciclo di istruzione.

Per quest’anno scolastico, come per lo scorso anno, in considerazione dell’emergenza sanitaria, sia per il primo che per il secondo ciclo, l’Esame consisterà in una prova orale che partirà dalla discussione di un elaborato, il cui argomento sarà assegnato alle studentesse e agli studenti dal Consiglio di classe entro il 7 maggio per l’esame del primo ciclo ed entro il 30 aprile per l’esame del secondo ciclo.

I docenti accompagneranno i candidati, supportandoli e consigliandoli, nel corso della realizzazione dei loro elaborati.

Grazie alla pagina internet di Istruzione.it quindi, tutti gli studenti e i docenti potranno avere accesso a documenti, informazioni e materiali sugli Esami. Sul portale sono caricate inoltre le Ordinanze che definiscono le prove di giugno. In queste settimane sono già in corso conferenze di servizio per sostenere la comunità scolastica in questo percorso in vista degli esami e da quest’anno sarà possibile interagire con il Ministero attraverso la rubrica social #Mirisponde.

Attivata anche la rubrica #ioMIricordo che darà spazio per un racconto personale di questo particolare rito che è l’esame di maturità, grazie poi alla collaborazione tra il Ministero e la RAI ci saranno finestre dedicate agli Esami di Stato anche all’interno dei programmi di Rai Cultura (“#Maestri” e “La Scuola in Tivù”) e di RaiGulp (“La Banda dei Fuoriclasse”).