Papa Francesco vuole morire a Roma

Papa Francesco desidera incontrare la sua morte a Roma e non ha intenzione di tornare nel suo paese natale, in Argentina, secondo un’intervista rilasciata dal Sommo Pontefice al giornalista argentino Nelson Castro nel febbraio 2019 per il suo libro sulla salute dei papi e pubblicata questo sabato da La Nation. Durante la conversazione, Bergoglio ha affermato di non temere “affatto la morte” e ha raccontato come ha immaginato la sua fine: “Essere Papa, in carica o emerito. E a Roma. Non torno in Argentina“.

Secondo il giornalista, Papa Francesco aveva un “volto fresco e giovanile” e ha affermato di sentirsi “molto bene”. “Mi sento energico e desideroso. Ho 82 anni e sono pieno”, ha detto. Riferì che, nel 1957, quando aveva 21 anni, subì un importante intervento chirurgico al polmone, ma “la guarigione è stata completa”.

Trattamento psichiatrico di Papa Francesco

Allo stesso modo, Francisco ha ammesso di aver consultato uno psichiatra per sei mesi su base settimanale. Secondo Francisco, lo specialista lo ha aiutato a individuare “in termini di come gestire le paure” riguardo alla dittatura militare in Argentina.

“Essendo provinciale dei gesuiti, nei giorni terribili della dittatura, in cui dovevo portare le persone in clandestinità per farle uscire dal Paese e salvare così le loro vite, ho dovuto gestire situazioni che non sapevo come affrontare […] Immaginate com’è stato prendere una persona nascosta in macchina – coperta solo da una

coperta – e passare tre posti di blocco militari nella zona di Campo de Mayo. La tensione che ha generato in me è stata enorme”, ricorda il Sommo Pontefice.

Il trattamento con lo psichiatra mi ha anche aiutato a localizzarmi e imparare a gestire la mia ansia ed evitare di essere frettoloso nel prendere decisioni. Il processo decisionale è sempre complesso. E i consigli e le osservazioni che mi ha dato sono stati molto utili. Era una professionista molto capace e, fondamentalmente, una persona molto buona. Le sono estremamente grato. I suoi insegnamenti mi sono ancora molto utili oggi”.

Ammettendo che le nevrosi sono “compagni della persona per tutta la vita”, Francisco ha detto che la sua è ansiosa. “Voler fare tutto subito. Ecco perché devi sapere come smetterla. Devi applicare il famoso proverbio attribuito a Napoleone Bonaparte: Vestimi lentamente perché ho fretta“, ha spiegato.

Il libro di Castro, “La salute dei papi. Medicina, complotti e fede”, sarà in vendita al pubblico il 1° marzo.