La Francia prevede di sviluppare armi laser anti-satellite.

Il Ministero della Difesa francese intende ordinare lo sviluppo di armi laser anti-satellite, che saranno basate su piccoli satelliti. Secondo l’AFP, il ministro della Difesa francese Florence Parley ha affermato che i laser ad alta potenza verranno utilizzati per disattivare i sistemi di sorveglianza satellitare.

“Se i nostri satelliti sono minacciati, intendiamo accecare quelli dei nostri avversari”, ha dichiarato Florence Parly. “Ci riserviamo il diritto e i mezzi per rispondere: ciò potrebbe implicare l’uso di potenti laser dispiegati dai nostri satelliti o dai nano-satelliti che pattugliano”.

Il nuovo confine armato.

I militari di alcuni paesi del mondo oggi considerano lo spazio come un’altra piattaforma per lo spiegamento di sistemi di intelligence, armi e, possibilmente, l’avvio di ostilità. Per questo motivo, attualmente, i militari sono anche interessati a creare armi anti-satellite, che consentano loro di disabilitare i satelliti nemici.

La Francia vuole creare truppe spaziali.

I dettagli sulle armi laser anti-satellite, lo sviluppo di cui l’esercito francese intende ordinare, sono ancora sconosciuti. Secondo Parley, la Francia è gravemente indietro nello sviluppo di laser da combattimento, ma le società francesi saranno in grado di recuperare. Oltre allo sviluppo di armi laser anti-satellite, secondo Parley, la Francia prevede anche di creare truppe spaziali.

Nell’aprile di quest’anno, la società francese MBDA, insieme all’Alphanov Optics Research Institute, ha aperto un laboratorio il cui compito principale sarà quello di studiare gli effetti dei laser da combattimento su vari materiali in varie condizioni. La creazione del laboratorio è stata effettuata nel 2016.

India, dottrina militare spaziale.

Il 25 luglio 2019 è iniziato un esercizio di due giorni in India, il cui scopo è quello di sviluppare operazioni di combattimento nello spazio. Secondo i loro risultati, l’esercito indiano intende sviluppare una versione preliminare della dottrina militare spaziale. La decisione di eseguire l’esercizio è stata presa dopo il collaudo riuscito delle loro armi anti-satellite nel marzo di quest’anno.