Allarme ONU: gli oceani si stanno riscaldando.

Gli oceani hanno raggiunto i record di temperatura nel 2018, ha avvertito l’ONU, che è preoccupata dei rischi per la vita dovuti ai cambiamenti climatici. L’ONU ha indicato a febbraio che il periodo 2015-2018 è stato il più caldo dall’inizio delle registrazioni meteorologiche.

Nel rapporto sullo stato del tempo, l’Organizzazione Meteorologica Mondiale (WMO) ha specificato la proliferazione di “manifestazioni fisiche” dei cambiamenti climatici, come eventi meteorologici estremi, e ha offerto dettagli sul suo crescente impatto socio-economico.

Secondo il WMO, il contenuto termico degli oceani ha raggiunto nuovi livelli nel 2018 tra 0 e 700 metri di profondità (record risalenti al 1955) e tra 0 e 2000 metri (registrazioni risalenti al 2005), “record di irrorazione del 2017”. L’aumento del livello del mare è proseguito “ad un ritmo accelerato”, raggiungendo un nuovo record, ha detto.

Questa accelerazione dell’aumento del livello medio del mare è causata in particolare dal crescente tasso di perdita della massa del ghiacciaio. L’estensione della banchisa artica è stata inferiore al normale per tutto il 2018, registrando diminuzioni record a gennaio e febbraio. E alla fine del 2018 l’estensione del ghiaccio marino, in media ogni giorno, era vicina al più basso mai osservato